Contenuto riservato agli abbonati

Shock per le punture di vespe, salvati grazie agli interventi rapidi

L'auto contro la recinzione dopo il malore del conducente

Un cercatore di funghi aggredito da una quindicina d’insetti va a sbattere in auto. Un cacciatore si sente male su un isolotto e viene recuperato con l’elicottero. Sono entrambi ricoverati ma fuori pericolo

MANTOVA. Punti dalle vespe hanno rischiato di morire per shock anafilattico. Due episodi verificatisi ieri mattina, a distanza di un’ora l’uno dall’altro, che potevano sfociare in tragedia.

Un cercatore di funghi e un cacciatore, in luoghi diversi della provincia, sono stati salvati in extremis.


Sono quasi le dieci quando a Gabbiana di Marcaria Eugenio Finardi, 63 anni di Castellucchio, alla guida della sua auto sta tornando a casa.

Video del giorno

Il mantovano Affini dopo la prima parte del Giro d'Italia: «E manca la parte più tosta»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi