Giocavano alle slot: trasferiti i tre carabinieri

Due sono stati assegnati a stazioni poco distanti dal luogo del delitto, la sala Admiral di Levata, la terza nel Milanese

CURTATONE. Allontanati, ma non troppo. Sono stati trasferiti i tre carabinieri sorpresi a giocare alle slot machine e finiti nel mirino della procura per truffa aggravata ai danni dello Stato. Due di loro però, sono ancora pericolosamente vicini al luogo del “delitto”, la sala slot Admiral di Levata di Curtatone.. Lo scorso maggio, quando erano stati tirati i fili dell’inchiesta, i tre, un brigadiere, un carabiniere scelto e una collega di fresca nomina, erano stati sospesi dal servizio, e poi reintegrati. Una decisione contro cui la Procura aveva fatto ricorso. E ora è arrivato il trasferimento. La donna è stata assegnata a una stazione in provincia di Milano, mentre i due sono rimasti nel Mantovano a una manciata di chilometri da Levata.


L’indagine era scattata in primavera per verificare “voci” secondo cui l’auto di servizio era parcheggiata spesso, troppo spesso, soprattutto di sera, davanti all’Admiral. Eccesso di zelo? Niente affatto. A giocare alle slot machine erano proprio loro. Carabinieri, in divisa, in orario di lavoro. Cambiavano i soldi e si attaccavano alle macchinette. Lo hanno fatto per mesi, troppi per passare inosservati ai gestori, agli altri clienti e ai colleghi.

È stato uno di loro, ad indagare, a controllarli, e a capire che quelle che giravano sulla strana coppia non erano solo veleni. E ha fatto la segnalazione all’Arma. Le testimonianze dei frequentatori della sala slot di Levata sono state avvalorate dalle riprese delle videocamere posizionate nel locale.

Ma la denuncia in Procura non è tutto: perché i tre devono anche rispondere di gravissime violazioni al codice militare.

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cop26 - 10. Sos clima, obiettivo: vivere green al 100%

La guida allo shopping del Gruppo Gedi