Riscoprire la tradizione: la Festa dell’uva a Gonzaga ha fatto il pieno di gente

Edizione da record, presi d'assalto i ristoranti e i vari punti vendita

GONZAGA. Edizione da record, anche grazie al caldissimo weekend di fine settembre per la 38esima Festa dell'uva di Bondeno di Gonzaga organizzata dall'associazione “Bunden in piàsa”. Folla in tutti gli eventi della giornata e successo anche per la Galleria storica nazionale dei vigili del fuoco con automezzi che hanno fatto la storia.

Presi d'assalto i ristoranti e i vari punti vendita. Nel pomeriggio applausi ed ovazioni per l' esibizione della fanfara dei bersaglieri di Palazzolo sull'Oglio (Brescia) con concerto finale. Spettacolare la performance della majorettes del gruppo "Le Orchidee" di Langhirano (Parma).


Il gruppo, composto da una ventina di ragazze, è stato fondato nel 1995 grazie all’iniziativa e al supporto del corpo bandistico di Castrignano (Parma). A seguire la sfilata di trattori e carri corredati di tutti gli attrezzi di una volta, presentata da Enrico Gualdi e Sandro Damura della “Strana coppia” di Radio Bruno.

Edizione record per la Festa dell'uva di Bondeno



Grande successo anche per la sfilata in corte a cura di "Lab601" di Valentina Negri ed "Erika Scarpe" di Erika Guaita con le ultime novità per l'autunno inverno 2019-20. Rinviata per il maltempo, si è svolta la pigiatrura dell'uva con i piedi “Cum’as fulava na volta” fatta dai bambini della scuola materna San Pio X di Bondeno che si sono divertiti tantissimo a pigiare l'uva nel tino.

Alla Festa dell'uva non è mancato l'intrattenimento popolare con il menestrello del Po Wainer Mazza. Al tramonto si è svolto lo spettacolo in corte con gli artisti di strada tra giocolerie, fuoco, micromagia, funanboli e acrobati. In serata, balli e canzoni con il piano bar sull’aia in corte Matilde insieme a Marco Gatti e arena spettacoli, quasi soldout per la serata danzante con l’orchestra Ruggero Scandiuzzi.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi