Le telecamere negli asili Il Comune tenta con il bando

Il Comune di Castiglione delle Stiviere si attiva per mettere telecamere negli asili. Dopo il potenziamento dell'impianto di video sorveglianza cittadino, l'amministrazione ha partecipato ad un bando. «Abbiamo sentito di recente fatti di cronaca e vicende nazionali che ci hanno preoccupato. Da qui l'idea di investire in questo settore - spiega il sindaco Volpi - consapevoli che si tratta anche di stabilire una sinergia e una collaborazione con gli operatori dell'asilo. Abbiamo strutture d'eccellenza e ad oggi non abbiamo mai avuto problemi. Ma vogliamo tutelare le famiglie ed i bambini».

In arrivo un sistema di telecamere da installare negli asili come d'altronde è già avvenuto nella Rsa pubblica "Fondazione Zanetti Cominelli". «Partecipiamo a questo bando anche se non prevede un grande finanziamento economico, ma è qualcosa in cui crediamo. Se vinceremo il bando troveremo i soldi che servono per completare quest'operazione». Gli investimenti in questi anni sono stati molti sul fronte della video sorveglianza, soprattutto in centro. Volpi conferma che «nei prossimi giorni si parte anche con l'installazione del nuovo lotto di cento telecamere. Abbiamo già individuato i luoghi in paese, nelle frazioni, nei parchi pubblici, nei parcheggi e nelle vie del centro».


Un impianto formato da gruppi di tre telecamere per un totale di 35 postazioni. «Grole e Gozzolina sono due delle frazioni dove interveniamo, senza dimenticare piazzale Olimpo dove, di recente, ci sono stati episodi di vandalismo con molti vetri rotti di automobili», ricorda Volpi. Cento nuove telecamere, dunque, finanziate interamente con fondi del Comune, che si aggiungono a quelle già posizionate l'anno scorso. Sul territorio di Castiglione, inoltre, è attivo il sistema varchi.

Nei mesi passati, inoltre, l'amministrazione Volpi ha posizionato anche alcune foto trappole nelle zone dove solitamente vengono abbandonati i rifiuti. Sempre sul fronte sicurezza, sono stati assunti tre vigili nuovi, entrati ormai da qualche mese nell'organico e attivato il servizio di controllo di vicinato che vede coinvolti oltre 400 cittadini in molti quartieri del paese. —

L.C.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

La guida allo shopping del Gruppo Gedi