Promozione turistica grazie all’esperto di web e Wikipedia

Massimo Telò è un esperto dell’enciclopedia online: «Racconto Castel Goffredo al mondo» 

CASTEL GOFFREDO. C’erano una volta le guide cartacee e le dritte dei conoscenti. E poi le cartine da consultare per non perdersi, le indicazioni chieste al barista del paese. Oggi però tutto è cambiato e per conoscere un luogo, anche lontano, bastano pochi click o un indice veloce da far scorrere sullo smartphone. Insomma, il turismo ha nuove regole e la fruizione delle bellezze sparse per lo Stivale avviene tramite la connessione dati.

A Castel Goffredo abita Massimo Telò, pensionato di 69 anni che da tempo ha intuito le potenzialità della promozione via web.


«Collaboro da molti anni con Wikipedia – racconta – e ho ricevuto anche dei riconoscimenti per la pagina di Castel Goffredo che, grazie anche ad alcuni collaboratori, è tra le più aggiornate d’Italia». In effetti in provincia soltanto il capoluogo può vantare una pagina ricca di informazioni come quella castellana. La storia del comune è raccontata nei minimi dettagli e chi legge può farsi un’idea precisa di com’è oggi Castel Goffredo.

«Un’iniziativa importante a cui il Comune aderisce da alcuni anni – racconta Telò – è il concorso fotografico organizzato da Wikipedia. Chiunque può inviare un’immagine e provare a vincere. Si tratta di un progetto importante perché tutte le foto dei partecipanti diventano patrimonio di Wikipedia e quindi vengono diffuse sul web: un modo ulteriore per far conoscere il nostro paese».

Quest’anno i luoghi individuati dal Comune per far conoscere Castel Goffredo al mondo sono: municipio, stadio comunale, piscina comunale, palazzetto dello sport, torre civica, torre civica, cippo gromatico, monumento alla croce, torrione di Sant’Antonio e mura gonzaghesche, chiesa di Santa Maria del Consorzio, monumento La Pigna, monumento ai granatieri di Sardegna, monumento ai Caduti, monumento a Giovanni Acerbi, centro medico Iris, cippo confinario austriaco.

Gli scatti dovevano essere inviati entro il 30 settembre.

«Purtroppo – racconta Telò – i partecipanti non sono stati moltissimi. Ed è un peccato perché credo sia importante valorizzare il nostro patrimonio con tutti i mezzi a disposizione, soprattutto tramite la rete, lo strumento più utilizzato da chi cerca informazioni».
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Italian Tech Week 2022, a Torino le idee che migliorano il futuro

La guida allo shopping del Gruppo Gedi