Piazza Dallò si rifà il look Cantiere da 250mila euro

I lavori sono partiti grazie all’accordo tra l’amministrazione comunale e i privati Il sindaco Volpi: «Grande soddisfazione, la zona diventerà una bomboniera»

CASTIGLIONE. Sono partiti i lavori in piazza Ugo Dallò. Il cantiere è stato aperto dopo che nelle scorse settimane erano stati sistemati gli impianti elettrici che andavano interrati. Un cantiere che, non nasconde la soddisfazione il sindaco Enrico Volpi, «nasce per realizzare un intento, quello cioè di rendere questa piazza la bomboniera di Castiglione. Un progetto nel quale abbiamo creduto dal nostro insediamento e che ci vede impegnati in sinergia con i privati».

Il lavoro di squadra tra amministrazione e privati è un precedente, come sottolinea il primo cittadino, «che ci fa ben sperare per il futuro. Con l’art bonus prima, e ora con una parte dei soldi necessari per i lavori, i cittadini hanno dimostrato amore e attaccamento al paese». L’art bonus, infatti, ha permesso di recuperare la statua di Domenica Calubini, che si trova sulla fontana ettagonale al centro della piazza; la vasca, invece, è stata sistemata dal comune «e i lavori saranno terminati insieme a quelli del cantiere» conferma Volpi.


Per il rifacimento delle facciate del palazzo della piazza l’investimento è stato di 250mila euro. Di questi, appunto, 200 mila sono stati stanziati dal Comune, mentre 50mila dai proprietari di alcune parti di quell'immobile. «Una dimostrazione di amare per il paese e la sua storia che siamo orgogliosi di aver intercettato» ribadisce Volpi.

I tempi dei lavori sono stimati in 60 giorni, «nel tentativo di non danneggiare i commercianti che in questi anni hanno contribuito alla rinascita e al rilancio della zona. Dobbiamo dire grazie a questi nostri concittadini per l'impegno dimostrato fino ad oggi e speriamo di non intralciare troppo le loro attività con il cantiere. Abbiamo scelto di farli ad inizio autunno per questo motivo e abbiamo avuto garanzie che in 60 giorni verranno ultimati» commenta sempre il primo cittadino. Oltre, dunque, all’intonaco delle pareti - che verrà tolto e ripristinato - si procederà anche alla ritinteggiatura finale. «Speravamo che dagli studi fatti si potesse cambiare colore, invece resterà l’attuale giallo che è risultato il colore più antico».

Oltre a queste opere verrà sistemato l’impianto elettrico e, dunque, l’illuminazione di tutta la piazza. La fontana sarà ripristinata con l’acqua, «dato che l’impianto è già stato sistemato ed è funzionate» conclude il sindaco. Gli ultimi interventi, poi, riguardano i parcheggi che verranno ripensati al fine di guadagnare qualche posto auto. Pochi mesi fa è stata anche rimessa in funzione la torretta sopra il tetto della banca - intervento finanziato da privati - che ha permesso di far ripartire l’orologio e la campana, da tempo non funzionanti. —

Luca Cremonesi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

La guida allo shopping del Gruppo Gedi