Un ecografo in arrivo per il pronto soccorso dell'ospedale di Pieve

Dono Lions. La consegna dello strumento è prevista per gennaio. L’associazione: «Sempre  più importante la diagnosi in situazioni di emergenza»

BORGO MANTOVANO. Un ecografo per il pronto soccorso e per il reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Pieve di Coriano. Questo il dono in arrivo alla struttura sanitaria dal Destra Secchia da parte dell’associazione Lions Club Mantova Terre Matildiche.

«L’acquisto – informa il Lions Club – è stato effettuato nell’ambito dell’attività di service propria del club. La consegna concordata è per gennaio 2020». . Nelle intenzioni dei Lions, il nuovo ecografo «costituirà un importante elemento di crescita qualitativa sia delle prestazioni erogate all’utenza, sia del lavoro dei medici e degli infermieri». Questo perché «l’utilizzo delle tecniche ecografiche in emergenza è oggi uno strumento essenziale che consente al medico in urgenza di velocizzare l’inquadramento diagnostico del paziente, fornendo informazioni essenziali e, molto spesso, consentendo diagnosi tempestive già a letto del paziente».

L’importanza di un’ecografia in situazioni di urgenza è ormai qualcosa di indiscutibile, di riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale, e richiede un training formativo di relativa, breve durata. «In pochi minuti – sottolineano i donatori – un’ecografia eseguita da mani esperte può evidenziare ad esempio la presenza di versamento pleurico, pericardico o addominale, la presenza di un globo vescicale, valutare l’integrità degli organi parenchimatosi addominali (fondamentale dopo un trauma), la presenza di pneumotorace o addensamento polmonare e di trombosi».

E ancora: «In terapia intensiva, l’ecografo rappresenta un ausilio essenziale. E anche l’attività infermieristica potrà trarne vantaggi». 
 

Video del giorno

La top model Gisele Bündchen salva una tartaruga marina intrappolata in una rete e la libera in mare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi