Sicurezza contro le piene: dalla Regione 2,6 milioni per l’impianto idrovoro

Con l’acquisto di nuove pompe al riparo tutto il Viadanese. Nel Mantovano arriveranno in tutto 4, 1 milioni: soldi anche per un canale di Quistelllo

VIADANA. Quattro milioni e 100mila euro contro il dissesto idrogeologico in provincia di Mantova. Soldi destinati a due opere. Una, in particolare, interessa tutto il Viadanese, ovvero l’acquisto di nuove pompe che consentiranno il ripristino della sicurezza idraulica dell’impianto di San Matteo delle Chiaviche. Dalla Regione arriveranno 2,6 milioni, che serviranno anche per le opere murarie connesse all’installazione. Le vecchie pompe sono ormai vetuste e devono essere cambiate. L’area interessata dall’intervento è ampia centinaia di ettari, e comprende anche il territorio urbano di Viadana.

A darne notizia è stata la Regione: «Sono state sbloccate dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio le risorse per la realizzazione di 23 progetti contro il dissesto idrogeologico, proposte, già nell’aprile scorso, dal presidente della Regione, Attilio Fontana, in qualità di commissario per il Dissesto idrogeologico, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni».

L’altro intervento riguarda Quistello, e prevede opere di consolidamento delle arginature del Canale Sabbioncello. Per questi lavori arriveranno 1,5 milioni. Il canale in questione passa per il paese e aveva problemi di rigurgito delle acque che non riesce a scaricare. Verrà pertanto potenziato l’argine del canale vicino al Po. Servirà in caso di piene. Le gare di appalto avranno luogo entro otto mesi. Il totale complessivo dei costi degli interventi è di 28 milioni.


 

Video del giorno

Metropolis/6, Molinari: "Se Salvini si fa kingmaker perdiamo stabilità dell'ultimo anno"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi