Le future stiliste ed esperte di moda in visita nel distretto della calza Adici: «Alle aziende serve creatività»

CASaloldo. Prima azione congiunta sul territorio per il binomio nato tra Adici, Associazione distretto calza e intimo, e la scuola post-diploma Machina Lonati di Brescia. Nell’ambito del progetto “Be Dissident”, le studentesse del secondo anno dei corsi di Stilista tecnologico e accessori per la moda hanno visitato ieri tre aziende del distretto. Il gruppo è arrivato alle 14 a Casaloldo dove le studentesse sono state accolte da Alessandro Gallesi, presidente di Adici, e da Oscar Monfardini dell’azienda Genesi. «Questo progetto nasce per avvicinare i ragazzi e le ragazze alle aziende del territorio – spiega Gallesi – abbiamo bisogno di creatività perché solo così possiamo essere competitivi. Tuttavia serve anche che i ragazzi vedano e tocchino con mano come si lavora. L’aspetto teorico è importante, senza dubbio. Se vogliamo, però, fare e promuovere innovazione, creatività e, allo stesso tempo, sostenibilità, serve che ci sia un collegamento diretto con le imprese».

Il gruppo si è poi trasferito a Castel Goffredo, al calzificio Gizeta e, infine, a Castelnuovo d’Asola alla Tintoria Barbara, «realtà d’eccellenza del nostro territorio – dice Gallesi – che ha investito in innovazione e in energia rinnovabile».


Gallesi sottolinea che «questo progetto, oltre alla fase stilistica e grafica, prevede che i prodotti pensati e progettati dalle ragazze vengano fisicamente realizzati per poi essere presentati in sfilate nel mega-evento annuale del gruppo Foppa a maggio al Brixia Forum». —

Luca Cremonesi

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

La guida allo shopping del Gruppo Gedi