Fattorie didattiche: ecco la nuova edizione con le attività ludiche per i bambini

Presentata la 24esima edizione con quattordici agriturismi. "I più piccoli sono contenti di prendere parte alle attività tramandate dai nostri nonni"

MANTOVA. Bambini, ragazzi e famiglie sono i soggetti coinvolti in attività educative e culturali finalizzate alla riscoperta della natura e della tradizione all’interno di 14 fattorie della provincia di Mantova.

Al mercato contadino di Borgochiesanuova, è stata presentata la ventiquattresima edizione della Guida delle fattorie didattiche, un progetto promosso dal Consorzio agrituristico mantovano, con la collaborazione della Regione, della Provincia e della Camera di Commercio.


Le Fattorie didattiche mantovane sono aziende agricole che da oltre vent’anni invitano i giovani a conoscere ed esplorare la realtà rurale del contado mantovano, organizzando attività ricreative e formative legate all’agricoltura e alla gestione del bestiame, ma non solo: «Le Fattorie didattiche operano su temi agricoli e naturalistici – ha spiegato Francesco Cecere, rappresentante della rete delle Fattorie didattiche – ma si impegnano anche nella cura delle relazioni con i bambini». Marco Boschetti, il direttore del Consorzio agrituristico mantovano, ha sottolineato che «in occasione del mercato contadino, dove i cittadini consumatori incontrano la fonte del cibo, presentiamo proposte didattiche per scuole e famiglie, che mirano a stimolare la sensorialità e la manualità dei giovani in rapporto con la vita di campagna».

Ha preso parola anche Giovanni Galgani, dell’ufficio progetti sociali dell’Acli provinciale di Mantova, che ha messo l’accento sull’interesse che riscuotono nei giovani le attività organizzate nella Cava Boschetto di Curtatone: «I bambini manifestano entusiasmo nel prendere parte alle attività tramandate dai nonni, che non devono essere dimenticate».

Durante la mattinata, i bambini hanno partecipato attivamente ad alcune attività, come la preparazione dei biscotti: «È importante insegnare ai più piccoli l’importanza della tradizione e far riscoprire loro il gusto di impastare e di cuocere dolcetti fatti con le loro mani» ha spiegato la delegata della Fattoria La Golena.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi