Grana e Parmigiano: il trionfo mantovano alla sfida mondiale

MANTOVA. Razzia di medaglie dei caseifici mantovani ai World Cheese Awards, il concorso internazionale che si è tenuto lo scorso fine settimana a Bergamo in occasione di Forme. Alla prima edizione italiana del premio, alla quale hanno partecipato 3.804 formaggi (+10% rispetto all’anno precedente) provenienti da 42 Paesi, Mantova porta a casa quattordici successi: cinque medaglie per il Parmigiano Reggiano (su un totale di 110 medaglie vinte dalla Nazionale del Parmigiano Reggiano) e nove medaglie per il Grana Padano (su un totale di dodici). Per il Parmigiano Reggiano, il più premiato tra i mantovani è stato il caseificio Croce di Pegognaga, che si è piazzato sul gradino più alto del podio nella categoria 24-29 mesi e ha vinto due bronzi nella categorie 18-23 e 30-39. Bronzo nella categoria 18-23 anche per la latteria Venera Vecchia di Gonzaga e bronzo per la stagionatura 30-39 mesi al caseificio Frizza di Pegognaga.

Lusinghieri i risultati del Grana Padano, che non ha schierato una squadra compatta come il cugino: due le medaglie d’oro vinte dalla Zanetti spa (uno per il Grana Padano e uno per il Grana Padano Riserva), un argento alla Latteria sociale Mantova di Porto Mantovano, un bronzo al Grana Padano 24 mesi della latteria agricola San Pietro di Goito, un oro al Grana stagionato meno di quattordici mesi e un bronzo al Grana di oltre venti mesi del consorzio Gourm.it di Pegognaga (grazie al caseificio vicentino San Rocco che fa parte del sodalizio).


Tre, infine, le medaglie vinte dal consorzio Latterie Virgilio: una d’oro e due di bronzo. La medaglia d’oro è stata assegnata per il Grana Padano Riserva al caseificio San Donato di Castellucchio, che ha conquistato anche una medaglia di bronzo per il Grana Padano. E un’altra medaglia di bronzo è stata assegnata per il Riserva al caseificio San Silvestro di San Silvestro.

«È una grande soddisfazione per la nostra grande famiglia – commenta il presidente del Consorzio Virgilio, Paolo Carra – ci auguriamo che i premi raccolti dal Grana Padano e dal Parmigiano Reggiano possano ammorbidire l’amministrazione Trump e abolire i super-dazi».

Non sono mancate, però, le polemiche. Il direttore del Consorzio Grana Padano Stefano Berni non ha digerito il sorpasso di un formaggio americano sul Parmigiano Reggiano: «La decisione, pur legittima, del presidente della giuria di World cheese awards, di decretare vincente sul Parmigiano Reggiano 25 mesi del Caseificio Santo Stefano di Basilicagoiano, un formaggio americano erborinato dell’Oregon, praticamente appena nato, mi lascia stupito. A decretarne la vittoria è stato il presidente della giuria, giornalista della Bbc, che in odore di Brexit forse avrà pensato bene di solidarizzare con i dazisti americani. Valuteremo, come Grana Padano, se continuare anche in futuro ad essere sponsor della manifestazione». —

S.Pin.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi