Comune, Ats e Coni insieme per sostenere i gruppi di cammino

Firma del protocollo d'intesa per mettere in rete il sistema e sviluppare ulteriormente le iniziative

MANTOVA. I gruppi di cammino come strumento di promozione del benessere individuale e di contrasto alle patologie croniche. Un “farmaco” che migliora la qualità della vita e che previene o attenua malattie cardiovascolari, respiratorie, osteoarticolari, diabete, obesità e depressione.

Per mettere in rete e sviluppare ulteriormente i gruppi di cammino presenti nel territorio, Comune di Mantova, Ats Val Padana e Coni hanno sottoscritto ieri un protocollo d’intesa locale. Nel Mantovano i gruppi censiti da Ats Val Padana sono 94, distribuiti in 50 comuni. Sette quelli presenti nel capoluogo. Le persone coinvolte sono 1.219. Alta la percentuale di over 65, ben 498. Numeri importanti che si mira ad aumentare in maniera sensibile.


«Il tema della salute non può essere affrontato solo nell’ambito delle strutture sanitarie – ha spiegato Salvatore Mannino, direttore generale di Ats Val Padana – Dobbiamo promuovere strategie per il perseguimento della salute pubblica nel contesto urbano in un'ottica di Urban Health». Compito del Comune sarà quello di realizzare percorsi protetti, spazi attrezzati e azioni di sensibilizzazione della popolazione e di divulgazione delle informazioni. «In questi anni abbiamo lavorato in questa direzione, cercando di costruire una città a misura d’uomo – ha aggiunto il sindaco Mattia Palazzi – La prevenzione è importante per la salute del singolo e per la sostenibilità dell’intero sistema sanitario».

Associazioni sportive e di volontariato collaboreranno reclutando e formando i walking leader, i conduttori volontari dei gruppi di cammino. «Camminare porta a un miglioramento della qualità della vita non solo in termini di salute, ma di socializzazione – ha sottolineato Oreste Perri, presidente del comitato regionale del Coni lombardo – Spero che questa iniziativa diventi un modello per il resto della Lombardi». Ats Val Padana effettuerà un monitoraggio sui cittadini coinvolti per valutare gli effetti benefici dell’attività e verificare l'efficacia del progetto. A breve sarà rilasciata anche una app gratuita, A Tutta Salute, grazie alla quale i partecipanti potranno individuare i gruppi attivi nel territorio, conoscere orari e lunghezze dei tragitti, registrare la propria attività e calcolare le distanze percorse.
 

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

La guida allo shopping del Gruppo Gedi