Boom di ricoverati al Poma, ma non erano da ospedale

Il direttore sanitario del presidio Carlo Poma, Consuelo Basili

Uno studio promosso dall'Asst su 1.377 pazienti dimessi dimostra che quasi il 40% doveva essere ricoverato in una struttura intermedia a bassa intensità di cura. Ma i posti sul territorio sono pochi e quindi finiscono per occupare un letto per acuti