Ampliamento Migross vicino all'ultimo ok

Obiettivo: il via a Natale. Allo studio compensazioni per i negozi del paese. In cantiere una ciclo-pedonale e una nuova rotatoria

BOZZOLO. Secondo step ieri mattina a Palazzo Lombardia della conferenza dei servizi. Il prossimo sarà il 28 novembre alle 14.30 per il via libera alla nuova Migross che si trasforma da media a grande superficie di vendita. All'incontro erano presenti insieme ai funzionari regionali, lo staff del Comune col sindaco Giuseppe Torchio e di Migross. . Sono stati portati i pareri favorevoli degli enti coinvolti come la Provincia e la Soprintendenza.

Il progetto porterà i dipendenti dagli attuali 28 a 64. E durante l’incontro si è ragionato sulla concessione di misure risarcitorie ai commercianti del centro.


Il sindaco Torchio, in consiglio comunale, rispondendo a un’interrogazione dell’opposizione "Bozzolo Prima", ha spiegato i lavori che partiranno alla "porta di accesso ovest" nella zona appunto di Migross e di Eurospin entrambi dei fratelli Mion. Gli interventi riguarderanno la realizzazione di una pista ciclo-pedonale in fregio ai confini delle strutture Migross ed Eurospin. Saranno interessate le vie Cremona, Lombardia e la bretella di collegamento tra la rotatoria e la ex Statale 10.

Si assicurano la salvaguardia del cippo "Valzania" e del vicino platano in via Cremona, la valorizzazione dell'accesso al cimitero Ebraico, la riasfaltatura delle vie Cremona, Lombardia nei tratti su cui si affacciano Migross ed Eurospin e la bretella di collegamento della rotatoria e dell'incrocio con l'ex statale 10.

Le opere compensative riguarderanno la realizzazione della nuova rotatoria in sostituzione di quella esistente in conformità con l'aumento dei flussi di traffico. Prevista anche da parte di Migross una somma che verrà determinata in funzione al punteggio finale che il progetto presentato otterrà. Secondo le disposizioni del piano del Governo del Territorio, è prevista da parte della Società la piantumazione dell'area a parcheggio scoperta.

La conclusione della procedura per la nuova Migross con una superficie di vendita di 3194 metri quadri è prevista al massimo entro metà dicembre.

La proprietà ha riconfermato ieri la volontà di aprire a Natale. Come si sa l'operazione Migross ha portato alle casse comunali 590mila euro di oneri concessori per permesso a costruire oltre ai 140mila euro per la vendita di terreno. Poi arriveranno i gettiti secondo nuove misure di Imu, Tasi, tassa insegne. Ma anche la ricchezza aggiuntiva attraverso i compensi ai dipendenti farà crescere gli introiti dell’addizionale Irpef


 

Video del giorno

Mantova, il saluto alla Mille Miglia

La guida allo shopping del Gruppo Gedi