Festa del ringraziamento: a Pomponesco il ventottesimo successo

Centinaia di persone al tradizionale appuntamento dei Giovani agricoltori: il clou la benedizione e la sfilata dei trattori

MANTOVA. Ancora un grande successo di pubblico e di gradimento per la Festa del ringraziamento, l’appuntamento più atteso dell’autunno a Pomponesco: centinaia di persone, nel fine settimana, in occasione della 28esima edizione della manifestazione, hanno affollato la tensostruttura-ristorante, visitato gli stand e assistito alle numerose dimostrazioni in programma.

L’evento è stato come sempre promosso dai Giovani agricoltori, in collaborazione con Comune e Pro Loco. La festa si è svolta tra la zona degli impianti sportivi, le Fosse e la piazza. La pioggia della settimana scorsa ha purtroppo imposto l’annullamento della prova di aratura d’epoca e della gara di fast pulling per trattrici sino a 1.000 cavalli; ciònonostante, grazie anche alla preparazione della pista a cura del Team Overboost, alcuni temerari si sono potuti cimentare in qualche “tiro di slitta”.

Il programma della “due giorni” è stato come sempre all’insegna delle tradizioni: le mostre degli attrezzi agricoli nuovi e d’epoca, gli stand per l’assaggio di prodotti tipici (ciccioli, zucca fritta, caldarroste, vin brulé, gnocco fritto), gli antichi mestieri, gli animali da cortile. Ieri mattina il clou con la benedizione e sfilata dei trattori, seguita dalla messa solenne, mentre nel pomeriggio si sono tenuti i giochi paesani e la cottura di ciccioli e tosone.



Diverse le collaborazioni: dal salumificio Pezzi di Viadana, che ha curato la preparazione di un cotechino da record (40 metri), ai maestri risottieri di Castel d’Ario, ai fornelli per il pranzo del 10 novembre, sino ai norcini di Campagnola Emilia, coinvolti per la preparazione dei ciccioli.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi