Contenuto riservato agli abbonati

Siria dimenticata chiama Mantova, le note come messaggio di pace

Il maestro Nahel Al Halabi insieme a Papa Francesco

Il 21 dicembre al teatro Bibiena lo spettacolo ideato dal compositore Nahel Al Halabi. Il progetto “Amata” raccoglie fondi per i bimbi orfani che vivono nei campi profughi. Sul palco un’orchestra con 34 musicisti. Coinvolto anche l'istituto d’Arco-d’Este. Biglietti in prevendita dal 10 dicembre su Vivaticket

MANTOVA. “Amata Siria In ManTua” non è solo uno spettacolo musicale ma un atto d’amore verso i tantissimi bimbi siriani ospiti nei campi profughi, molti dei quali orfani dei loro genitori uccisi dai proiettili e dalle bombe. Bombardamenti che continuano a urlare in una guerra troppo lunga e troppo spesso dimenticata.

E chi meglio di un musicista, compositore e direttore d’orchestra siriano – che da due anni ha scelto Mantova come sua nuova patria – poteva lanciare un messaggio di speranza in grado di scuotere la coscienza del mondo occidentale.

Video del giorno

Esame di maturità 2022 al Fermi di Mantova, è il turno degli orali

La guida allo shopping del Gruppo Gedi