Narcotrafficante per la cosca, ma travestito da manovale

Secondo le indagini, Francesco Ribecco e il cognato hanno  i ruoli di promotori ed organizzatori principali nella ricerca dei canali di approvvigionamento del narcotico spacciata dal sodalizio. Francesco sa procacciare i clienti e comunica al cognato che ha un soggetto di Suzzara. spunti che gli investigatori vagliano per capire quali connivenze e protezioni il “manovale” avesse nel Mantovano.