In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Ponti sul Po, soldi anche nel Mantovano

Dieci milioni per la manutenzione a Dosolo e Borgoforte. Un milione e mezzo per la nuova struttura di Casalmaggiore

Riccardo Negri
1 minuto di lettura

DOSOLO. È stato firmato ieri il decreto di riparto che sblocca finalmente 250 milioni per la manutenzione di 76 ponti sul bacino idrico del Po (Grande Fiume e affluenti). Tra gli altri, ci sono Dosolo, Borgoforte e Casalmaggiore.. Il provvedimento è stato sottoscritto in conferenza unificata dal ministro delle infrastrutture Paola De Micheli, e stanzia 50 milioni all’anno per cinque anni. Con la firma, si chiude di fatto un lungo iter: la misura venne infatti inserita dal governo Conte1. Canta vittoria il M5S: «La misura – sottolineano il parlamentare mantovano Alberto Zolezzi e il collega reggiano Davide Zanichelli – fu concepita e fortemente voluta dall’ex ministro Danilo Toninelli. Se vogliamo parlare di “grandi opere”, la prima di cui ha bisogno l’Italia è proprio la manutenzione del patrimonio e delle infrastrutture».

I 250 milioni liberati ieri si sommano ai 35 che vennero messi a disposizione dal governo Gentiloni nel 2017, quando scattò l’emergenza con la chiusura per rischio crollo tra Casalmaggiore e Colorno.

Per il ponte tra Dosolo e Guastalla, viene finanziato un intervento complessivo di manutenzione straordinaria da 6,5 milioni, spalmato sui cinque anni e che si andrà ad aggiungere ai 3,8 milioni già stanziati dal precedente decreto. I lavori relativi alla prima tranche devono peraltro ancora partire: «Nonostante i nostri solleciti alla Provincia di Reggio Emilia – dice Zanichelli – il cantiere non verrà impiantato prima della primavera».

Per il ponte Casalmaggiore-Colorno, la somma messa a disposizione, nella sua interezza già nel 2019, è di 1,5 milioni, e servirà a finanziare la progettazione di fattibilità tecnica ed economica del nuovo ponte. La struttura esistente – rimasta chiusa per quasi due anni, e riaperta a seguito di lavori di “incerottamento” curati dalla Provincia di Parma – ha una vita utile residua stimata in dieci anni. La costruzione del nuovo ponte sarà affidata ad Anas, cui sono state già attribuite le risorse necessarie con un accordo di programma definito la primavera scorsa.

Per la manutenzione straordinaria del ponte di Borgoforte arriveranno infine alla Provincia di Mantova – in due tranche, entro il 2020 – tre milioni 553mila euro.

Tra gli interventi più onerosi che verranno finanziati, vi sono la manutenzione straordinaria del ponte "Giuseppe Verdi" di San Daniele Po-Roccabianca, che unisce il Cremonese al Parmense (20 milioni), e la costruzione del nuovo ponte sull’Oglio a Isola Dovarese, Cremona (12 milioni). Alla Città metropolitana di Torino, cui tocca la parte del leone, andranno oltre 66 milioni per la manutenzione o la costruzione di dieci ponti. —

 

I commenti dei lettori