I brasiliani che fanno carte false per diventare italiani. Truffe anche a Mantova

Secondo l’avvocato italo-brasiliano Luiz Scarpelli, che ha denunciato per primo la mafia della cittadinanza italiana in Brasile, il giro d'affari sarebbe di circa 250 milioni di euro