Municipio in affanno, manca all’appello un quinto del personale

Sono 22 i posti vacanti, 20 a tempo pieno e 2 part-time, su 110 in organico. Le maggiori criticità tra gli assistenti sociali 

VIADANA. Il Comune di Viadana conta 22 posti vacanti (20 a tempo pieno e 2 part-time) su 110 in organico: rispetto al fabbisogno, manca insomma all’appello un lavoratore su cinque. Il dato emerge dal Piano del fabbisogno di personale, approvato dall’amministrazione municipale.

Le maggiori criticità si rilevano nella categoria D1 (assistenti sociali e istruttori direttivi), che vedono scoperti almeno sei posti a tempo pieno, e nella categoria C (istruttori amministrativi, agenti di polizia locale, educatrici dell’asilo nido e capi operai), dove i posti scoperti sono quattro a tempo pieno e due part-time.


In verità, almeno stando a un decreto ministeriale del 2017, la carenza sarebbe ancora più pesante. Il rapporto virtuoso tra cittadini residenti e numero dei dipendenti del Comune dovrebbe essere di uno a 146: l’ente locale dovrebbe insomma contare 138 dipendenti, e pertanto risulta sottodimensionato di una cinquantina di unità.

Sta di fatto che i vincoli normativi in materia di assunzioni e di spesa per il personale rendono irraggiungibile tale obiettivo. La spesa potenziale massima è pari per legge alla media della spesa sostenuta nel triennio 2011-’13. La media target citata è pari a 3,6 milioni circa: una somma che l’ente sta ampiamente rispettando (il consuntivo 2019 dovrebbe superare di poco i tre milioni).

Nel corso del 2019, tra mobilità in uscita, cessazioni dal servizio e pensionamenti, si sono registrati gli addii di dieci dipendenti (e altri se ne aggiungeranno a breve), a fronte di una sola assunzione (una trasformazione da part-time a tempo pieno). Per sopperire alla carenza di personale, l’ente si muoverà con diverse strategie: convenzioni con altri Comuni per l’utilizzo di funzionari in coabitazione, attivazione di contratti di lavoro flessibile, mobilità in entrata, concorsi. In particolare si prevede, per il biennio, l’arrivo di otto tra istruttori tecnici, amministrativi e direttivi da assegnare a diversi settori, oltre a due educatrici del nido e a un agente di Polizia locale.

In questi giorni sono già attivi due avvisi di mobilità esterna volontaria per la copertura di un posto di istruttore direttivo categoria D e di un posto di istruttore amministrativo C. I lavoratori interessati a trasferirsi a Viadana da altri enti pubblici dovranno presentare le loro domande entro il prossimo 20 gennaio.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Elezioni 2022: chi sono i sei aspiranti candidati mantovani di Forza Italia

La guida allo shopping del Gruppo Gedi