Servizio bus navetta da domani si cambia: più posti e più mezzi

MANTOVA. Da mercoledì  primo gennaio, cambia il servizio di bus navetta che collega i due parcheggi scambiatori di piazzale Montelungo e Campo canoa con il centro della città. Innanzittutto il servizio rimarrà gratuito per gli utenti, ma sarà erogato da un unico soggetto, Apam, e non più da due (Apam per Montelungo, Aster per il Campo canoa) come è avvenuto fino ad oggi. «Abbiamo affidato il servizio all’Agenzia del trasporto pubblico locale di Mantova e Cremona – spiega il presidente di Aster, Michele Chiodarelli – e questa, a sua volta, si è rivolta al proprio braccio operativo, Apam».

Sarà, dunque, l’Azienda provinciale autotrasporti a fornire uomini e mezzi per un servizio che, iniziato nel 2016, è stato via via sempre più apprezzato tanto che a metà dicembre le due navette avevano già totalizzato 165.115 passeggeri contro i 161.995 di tutto il 2018. «Quello delle navette – osserva Chiodarelli – da trasporto di cortesia si è trasformato in vero e proprio servizio di trasporto pubblico. Ad erogarlo deve essere chi ne ha le capacità e i mezzi».


Da mercoledì  le navette in servizio saranno quattro (cinque nei momenti di grande affluenza) da 26 posti ciascuna; partiranno a mezzogiorno con il resto del servizio (la Circolare invece funzionerà dalle 8.10) e gireranno ininterrottamente fino alle nove di sera. Da giovedì  2 gennaio riprenderanno il normale orario: 7-21 dal lunedì al venerdì, 9-21 il sabato e la domenica.

Le navette seguiranno un percorso preciso che unirà i due punti di partenza e capolinea, e cioè i parcheggi Montelungo e Campo canoa. Ci saranno due fermate intermedie: piazza Sordello, al Ducale, e via Calvi. I tempi di attesa non variano: dodici minuti da una corsa all’altra. Le navette seguiranno un percorso ad otto e, a un certo punto, si incroceranno come una Circolare.

«Chi arriva, per esempio, al Campo canoa – spiega l’assessore alla polizia locale Iacopo Rebecchi – potrà prendere il bus e scegliere di scendere in piazza Sordello, oppure in via Calvi o al Te. Rispetto ad oggi aumenteranno i posti sui bus e in marzo arriveranno i primi a metano da quaranta posti che Apam sta acquistando grazie anche al nostro contributo di 150mila euro».

Entro la metà dell’anno tutte le navette saranno ecologiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, quinta votazione a Montecitorio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi