Il primo giorno di saldi fa sorridere il centro di Mantova

Via vai continuo nei negozi dove gli sconti variano dal 20 fino al 70%. Confcommercio: «Tanti clienti sin dal mattino, il weekend lungo fa ben sperare»

MANTOVA. Si ravviva il centro di Mantova nella prima giornata di saldi: oggi, 4 gennaio, le vie del centro sono state riempite da persone di tutte le età, pronte a sfruttare fin dall’inizio le occasioni che gli sconti di fine stagione offrono. Le vetrine sono le prime a parlare, con offerte che vanno dal 20% al 50%, qualcuno addirittura azzarda un 70%.

«La nostra offerta è varia – afferma una commessa da Bernardelli, in piazza Marconi, pieno centro storico – si va dal 10 al 50 per cento di sconto. La fascia più bassa, con sconto relativo, generalmente è applicata per i prodotti carry over, il 50 per quelli più costosi in modo da renderli più accessibili».

Anche We2, in corso Umberto, registra un bel via vai già dalla mattina. «La situazione è buona, queste prime ore fanno ben sperare ma ci faremo un’idea più precisa nei prossimi giorni – affermano – lo sconto che offriamo dipende dalla fascia di prezzo, abbiamo dal 20 al 30, qualcosa al 50 percento. Abbiamo fatto partire oggi gli sconti, come da regola – continuano – a differenza di molti altri negozi che hanno anticipato al 27 dicembre. Questa mancanza di controllo sicuramente penalizzerà chi ha seguito le indicazioni ufficiali».

Anche il Check Point, in piazza Virgiliana (zona un po’ meno di passaggio rispetto al pieno centro), registra una situazione regolare. «La scorsa settimana abbiamo applicato una promozione – spiega una commessa – ma da oggi sono iniziati i veri saldi. Offriamo in linea di massima un 20-30 per cento di sconto su merce selezionata, alcuni capi al 40, mentre per il 50 è ancora presto, sarà applicato nei prossimi giorni».

Molti negozi sono pieni, in alcuni c’è fila alla cassa, l’avvio sembra positivo. A confermare il trend iniziale positivo è il presidente della sezione cittadina di Confcommercio Stefano Gola. «Persone in centro città ce ne sono state già dalla mattina – inizia a raccontare – ovviamente si spera che non sia stata una meteora ma che il flusso di gente e di vendite continui. Il fine settimana lungo, grazie al lunedì di festa per l’Epifania, fa ben sperare, anche per l’arrivo di turisti».

FederModaMantova, la categoria che rappresenta i commercianti del settore aderenti a Confcommercio, ha fatto presente che gli alberghi in questi giorni sono tutti al completo. «Il centro di Mantova è paragonabile a un centro commerciale – spiega Gola – grazie al servizio navetta gratuito, fino alle nove di sera, che collega la zona di Palazzo Te e di Campo Canoa con il centro città. La gente non ha più obbligatoriamente il problema di cercare parcheggio e di pagare il ticket, il che può rendere l’esperienza dell’acquisto più favorevole. Inoltre – continua – la mancanza di un grande fondo magazzino nei negozi garantisce che la merce offerta sia nuova, in linea con le tendenze del momento. Il vero problema è il commercio online – conclude – il web è da sempre un rischio in questo settore. Noi siamo però fiduciosi che in occasioni come queste la gente preferisca avere un’esperienza di acquisto più diretta, che voglia toccare con mano ed entrare a contatto con il personale, che è il vero valore dell’acquisto».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Elezioni 2022: i 9 mantovani aspiranti candidati per l'alleanza Sinistra italiana-Europa verde

La guida allo shopping del Gruppo Gedi