Centro oncologico di Parma: ai bimbi una Vespa elettrica

Una donazione per i piccoli ospiti in memoria di Roberto Aguzzi, presidente del Gruppo Aiuto Missionari Villa Pasquali e del Vespa Club

SABBIONETA. Un vespa elettrica per i bambini del centro oncologico di Parma, in memoria di Roberto Aguzzi, presidente del Gruppo Aiuto ai Missionari Villa Pasquali. Il 6 gennaio, in occasione della festa dell’Epifania, una delegazione del Vespa Club Sabbioneta Terre dei Gonzaga e del Gruppo missionario villese, ha consegnato ai responsabili del reparto di Oncoematologia pediatrica, del Nuovo ospedale dei bambini Pietro Barilla, la Vespa giocattolo, destinata ad allietare i bambini malati ospitati nella struttura.

«I piccoli ospiti rimangono tanti mesi, a volte anni in questo reparto – ha riferito la caposala – Noi cerchiamo di dare a loro, per quanto possibile, una vita normale. Ringrazio per il dono e per la sensibilità». «A un anno dalla morte abbiamo pensato di ricordare Roberto – spiega Maria Ballerini, vedova di Aguzzi – donando una Vespa di colore azzurro, come quella che lui usava, a chi, come lui, sta vivendo la tragedia del tumore e combattendo la dura battaglia per la vita».


L’ospedale Pietro Barilla è una struttura a misura di bambino a cominciare dai materiali che sono stati utilizzati per la sua costruzione, luminosi e colorati e dalle dimensioni degli spazi. Numerosi progetti tentano di preservare il legame dei giovani degenti con il mondo esterno, portando all’interno della struttura numerose iniziative come concerti, spettacoli teatrali, racconti di favole.

In occasione delle principali feste amate dai ragazzi come Santa Lucia, la Befana e Natale, speciali iniziative sono ideate per portare ai ragazzi ricoverati un piccolo dono. Iniziative culturali, donazioni di denaro o di oggetti, semplici visite o semplici momenti di confronto, costituiscono per i ragazzi ricoverati momenti di svago e di importante sostegno. 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi