In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Suzzara cerca più sicurezza nei parchi con le telecamere

Aggiudicata la gara per l'installazione di venti occhi elettronici nei giardini Gina Bianchi e in quelli di via Uccelli. E la polizia locale lancia l'offensiva con l'abbandono di rifiuti

Mauro Pinotti
1 minuto di lettura

SUZZARA. Per quanto riguarda il controllo del territorio e la sicurezza urbana, il 2020 si apre con alcune importanti novità. Innanzitutto sono stati aggiudicati i lavori per l’installazione di 20 telecamere al parco di via Uccelli sotto la torre piezometrica dell’acquedotto e ai giardini Gina Bianchi. Obiettivo: completare la videosorveglianza delle varie aree verdi della città. Inoltre, al fine di migliorare la trasmissione dati, è stata estesa la rete di fibra ottica nei parchi, in zona industriale e in alcuni punti sensibili. Costo complessivo di tutta l’operazione, 70mila euro. 

Nel contempo si è conclusa la fase di raccolta delle candidature con una sessantina di candidati per due posizioni aperte al corpo di polizia locale. Con il 2020 la volontà dell’amministrazione suzzarese è quella di assumere poi un ulteriore vigile per arrivare a 13 unità ed associarsi al comune di Motteggiana per costituire un unico corpo da 14 agenti.

Gli uffici in questi giorni inoltre sono impegnati a partecipare a un bando regionale finalizzato all’acquisto di strumentazione utile alla polizia locale immaginando tra le altre cose la possibilità di avere una nuova vettura a basso impatto ambientale rottamando vecchi modelli obsoleti.

Infine il corpo di polizia sta dedicando grande attenzione, tempo ed energie alla lotta contro l’abbandono di rifiuti per mezzo di fototrappole (installate a rotazione in punti sensibili), appostamenti e controlli nei sacchetti per risalire ai trasgressori. 
 

I commenti dei lettori