Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, Luppi va in pensione: «Il pronto soccorso perfetto non esiste. Ma io ci ho provato»

Primario da 18 anni, il primo febbraio lascerà il Poma dopo 34 anni.  «Sono cambiati i pazienti, ho dovuto rivoluzionare il reparto 5 volte» 

MANTOVA. «Sono arrivato al Poma il primo ottobre del 1986 come assistente al pronto soccorso dopo aver fatto per otto anni il medico di base e quattromila ore di guardia medica a Mantova e a Cerese».

Parte dall’album dei ricordi il dottor Mario Luppi, 66 anni, da diciotto primario del pronto soccorso dell’ospedale di Mantova. Di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia, così come il fiume di pazienti – migliaia e migliaia – che ha visitato durante i 34 anni trascorsi in reparto.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La Gazzetta in campo - La pallavolo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi