Tre strade passano dalla Provincia di Mantova ad Anas, M5S: e ora investite

Interessate l’Asolana, la Padana Inferiore e la Castelnuovo. L’ex statale Goitese diventerà di «interesse regionale»

MANTOVA. Le strade provinciali Padana Inferiore, Asolana e di Castelnuovo passano ad Anas e diventano di interesse nazionale. È quanto stabilisce il decreto del ministero delle infrastrutture che recepisce a metà un vecchio accordo del 2017 con la Regione poi saltato. Ciò significa che la manutenzione di queste arterie, peraltro per complessivi 67 chilometri (per l’esattezza 66 chilometri e 852 metri di asfalto, i tratti che attraversano il Mantovano), passeranno dalla Provincia allo Stato.

Considerando che Palazzo di Bagno ne gestisce 1.100, resteranno per l’ente locale gli stessi problemi di prima, e cioè la carenza di fondi per la manutenzione dell’intera rete stradale di competenza. Il vecchio accordo, poi andato in pezzi, prevedeva che oltre a questi 67 chilometri altri 140 passassero alla Regione in modo da sollevare la Provincia. Nel decreto, però, non vengono stabiliti né la tempistica per il passaggio ad Anas delle tre strade e nemmeno le modalità.

L’ex statale 358 di Castelnuovo si sviluppa nel Viadanese per 6,817 chilometri; la 343 Asolana va da Canneto a Casalmoro (21,246 chilometri), mentre la Padana Inferiore è il tratto più lungo: 38,789 chilometri che collegano Mantova con Cremona. Anas, già adesso, gestisce solo l’Abetone e Brennero, da Poggio Rusco al confine con il Veronese.

«Con il passaggio ad Anas - dicono i portavoce di M5S Alberto Zolezzi e Andrea Fiasconaro - che ha maggiori capacità di intervento rispetto alle province, non ci sono più scuse per non investire. In questo modo potrebbe essere garantita una rinnovata capacità di manutenzione ordinaria e straordinaria e nuovi investimenti. Chi percorre le strade provinciali ha ben chiare le pessime condizioni in cui versano da anni».

E aggiungono: «Il passaggio ad Anas potrà essere usato anche per nuovi investimenti di riqualificazione, come la statale Mantova-Cremona così da evitare la costruzione di un’inutile autostrada e per progetti nuovi, come la costruzione del nuovo ponte di Casalmaggiore». Il decreto prevede anche la «promozione» della Goitese a strada di interesse regionale. Ciò significa che rimane comunque in carico alla Provincia ma che per la sua importanza dovrà godere di un occhio di riguardo da parte della Regione, «a partire dall’aggiornamento del progetto della tangenziale di Goito» sottolinea l’M5S.

Video del giorno

Vita e opere dell'arpista Clelia Gatti nel video girato al cimitero di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi