Scorribande di minori: alcol e danneggiamenti

Secondo alcune testimonianze, i protagonisti sarebbero gruppi di minorenni attorno ai 15 anni che sul far della notte girano per Bozzolo lungo le vie poco frequentate, come via Ardigò o via Virgilio, facendo confusione e causando danni.

BOZZOLO. Come già successo altre volte, agli ingressi del polo sportivo e attorno alla torre dell’acquedotto di Bozzolo, è stato notato un nuovo abbandono di bottiglie di alcolici vuote, segno di un’altra serata tra minorenni andata oltre i limiti.

Secondo alcune testimonianze, i protagonisti sarebbero gruppi di minorenni attorno ai 15 anni che sul far della notte girano per Bozzolo lungo le vie poco frequentate, come via Ardigò o via Virgilio, facendo confusione e causando danni. Punto di incontro è il palazzetto dello sport dove si danno al bere. Come possono disporre di tanti alcolici? Il sospetto è che qualche maggiorenne vada ad acquistarli mente altri ipotizzano che qualcuno se le porti da casa.


Questa volta è nato un acceso dibattito su Facebook. Chi cerca spiegazioni sociologiche, chi dice che Bozzolo offre poco al sabato sera, mentre chi lavora all’oratorio ricorda l’impegno per gli adolescenti, che sul disagio lavora anche la scuola; c’è chi ricorda i tempi in cui si fumava la sigaretta di nascosto, mentre altri che aggiungono che comunque le compagnie di un tempo non avevano mai raggiunto i limiti odierni e che non si capisce perché bisogna trovare delle colpe esterne ai ragazzi.

Tutti comunque concordano che sono i genitori a dover prendere atto della situazione, accorgendosi per primi quando i figli tornano dopo una serata alcolica. Preoccupati naturalmente parrocchia, Comune e scuola. Lunedì 20 gennaio intanto la polizia locale di Bozzolo, visionerà le telecamere cercando di individuare i ragazzi e convocarli insieme ai genitori.

Video del giorno

Mantova, il saluto alla Mille Miglia

La guida allo shopping del Gruppo Gedi