Scuole e stazione: la polizia monitora i luoghi dei ragazzi a Mantova

L’obiettivo: evitare che i giovani vengano coinvolti in situazioni di pericolo, in particolar modo l'essere avvicinati da spacciatori. Controlli anche sui bus su richiesta del personale Apam

MANTOVA. Scuole, fermate degli autobus e stazione ferroviaria sotto controllo. Sono i luoghi più frequentati dagli studenti gli obiettivi degli ultimi servizi disposti dal questore in città e in periferia, con l’obiettivo di evitare che i giovani vengano coinvolti in situazioni di pericolo, in particolar modo avvicinati da spacciatori.

E per prevenire sia lo spaccio di stupefacenti che i furti, sono stati fatti controlli mirati concentrati soprattutto in piazza 80esimo Fanteria, in piazza Cavallotti, e nelle zone dei giardini di viale Piave, del Lungorio, dei giardini Nuvolari e parco Te, nei quartieri Lunetta, Valletta Valsecchi e Borgo Pompilio e a Cittadella.

I servizi sono stati effettuati con l’impiego giornaliero di oltre quaranta uomini appartenenti alla questura, al reparto prevenzione crimine della polizia di stato, alla guardia di finanza, alla polizia locale, alla polizia stradale e alla polizia ferroviaria che hanno passato al setaccio i luoghi per i quali erano arrivate segnalazioni su persone notate in atteggiamenti sospetti.

In alcuni casi, su richiesta del personale Apam, gli agenti sono intervenuti a bordo di autobus per identificare individui che creavano problemi al servizio di trasporto pubblico.

In tutto, anche nel corso di posti di controllo effettuati lungo le strade che conducono in città, sono stati controllati undici esercizi pubblici tra i quali tre sale slot, 135 veicoli e 238 persone, di cui settantadue con precedenti penali o di polizia.

Al termine dei controlli sono stati adottati  provvedimenti: diciotto revoche di permessi di soggiorno nei confronti di extracomunitari con precedenti penali, che dovranno lasciare l’Italia entro una settimana; tre revoche di porti d’arma nei confronti di persone che non avevano più i requisiti. In un caso, in collaborazione con i carabinieri, è stata sequestrata una pistola.

Il questore Paolo Sartori ha anche emesso altri provvedimenti: cinque fogli di via nei confronti di pregiudicati residenti in altre province e tre avvisi orali a pluripregiudicati sorpresi in atteggiamenti e luoghi sospetti. 
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Operazione bomba sul Po: l'evacuazione questa mattina a Motteggiana e Borgoforte

La guida allo shopping del Gruppo Gedi