Contenuto riservato agli abbonati

Il calzificio Lvt di Castel Goffredo si sdoppia, sindacati contro l’operazione 

Verso una società satellite per marchi e area amministrativo-commerciale. Cgil, Cisl e Uil ai lavoratori in assemblea: «Temiamo sia l’anticamera di altro»

CASTEL GOFFREDO. La comunicazione ai sindacati di categoria è di metà dicembre e quella al registro dell’imprese di inizio anno: Lvt si sdoppia, il calzificio di Castel Goffredo sta creando una società satellite in cui trasferire marchi e gestione amministrativa e commerciale. Operazione bocciata da Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil e appresa con preoccupazione dai lavoratori riuniti il 23 gennaio mattina in assemblea.

«L’azienda Lvt srl –– fanno sapere i tre sindacati mantovani di categoria – nelle scorse settimane ci ha comunicato ufficialmente la volontà di procedere a una cessione di ramo di azienda creando una società satellite in cui collocare i marchi Levante, L2 e undici maestranze dell’area amministrativo e commerciale.

Video del giorno

La festa in centro a Mantova per lo scudetto del Milan

La guida allo shopping del Gruppo Gedi