Bollette extra, Sicam incontra i cittadini: varato il calendario

Si parte il 29 gennaio a Goito e Asola, poi il 31 toccherà a Canneto e Casalmoro. E si proseguirà per tutto febbraio

CASTEL GOFFREDO. Fare chiarezza con gli amministratori comunali. Questo l’obiettivo dell’incontro andato in scena il 27 gennaio tra Sicam, la società del gruppo Sisam che gestisce acquedotti e sistema fognario, e i sindaci dei vari Comuni soci.

Le bollette extra arrivate a 20mila utenti, tra privati, Comuni e aziende, hanno provocato diversi malumori e ora la municipalizzata ha preparato il calendario con le date in cui aprirà sportelli, con due operatori, nei municipi dei vari paesi per chiarire i dubbi dei cittadini. «È giusto che sia l’azienda ad andare dai cittadini, e non il contrario» spiega il presidente di Sisam, Giampaolo Ogliosi.

Si parte il 29 gennaio. Ecco le date: Goito e Asola il 29 gennaio, Canneto e Casalmoro il 31 gennaio, Casaloldo e Casalromano mercoledì 5 febbraio. E poi Cavriana e Ceresara venerdì 7 febbraio, Gazoldo e Guidizzolo mercoledì 12 febbraio, Mariana e Medole venerdì 14 febbraio, Piubega e Redondesco mercoledì 19 febbraio. Infine Rodigo e Solferino venerdì 21 febbraio, Volta e Monzambano mercoledì 26 febbraio, Acquanegra venerdì 28 febbraio.

Le bollette che sono arrivate in questi giorni si riferiscono alle partite pregresse relative al mancato riconoscimento dei corrispettivi tariffari legati alla copertura degli investimenti del gestore nel periodo 2006-2011. Sicam deve recuperare 3 milioni, una somma stabilita da Aato (Autorità d’ambito territoriale ottimale).

Ma poco importa di chi sia la colpa: molti cittadini non vogliono aprire il portafogli e trovano supporto in Federconsumatori. «Abbiamo ricevuto un numero impressionante di richieste legate alle bollette Sicam. Una cosa è certa: faremo ricorso appoggiandoci anche su sentenze recenti. Sono venuti a parlare con noi anche gruppi di persone - spiega Luigi Pace, presidente di Federconsumatori - Come associazione abbiamo già iniziato ad aprire sportelli nei vari comuni. La settimana prossima andremo a Castel Goffredo. La data è ancora da decidere».

Pace lancia anche un appello ai sindaci: «Devono prendere una posizione. Anche se sono soci di Sicam, non sono super partes. Devono essere di parte, devono difendere gli interessi dei cittadini». E proprio per parlare ai sindaci, Federconsumatori ha organizzato un incontro il 29 gennaio. 


 

Video del giorno

Assemblea alla Canottieri Mincio: c'è il quorum, il circolo verso la salvezza

La guida allo shopping del Gruppo Gedi