Sale slot chiuse all'ora dei pasti: così Ostiglia combatte le ludopatie

Un'ordinanza del sindaco impone l'interruzione dell'attività dalle 7.30 alle 9.30, dalle 12 alle 14 e dalle 19 alle 21. Primavori: abbiamo individuato una fascia oraria precedente e successiva agli orari di entrata ed uscita dal luogo di lavoro e da quelli di studio per disincentivare il gioco

OSTIGLIA. Il sindaco Valerio Primavori ha emesso l'ordinanza che dispone gli orari di funzionamento e di apertura delle sale slot. Obiettivo: la prevenzione al gioco d'azzardo. Il regolamento è stato approvato nel corso del consiglio comunale del 20 novembre 2019. L’attività deve essere interrotta dalle 7.30 alle 9.30, dalle 12 alle 14 e dalle 19 alle 21.

Il limite riguarda singoli apparecchi/new slot e sale giochi tradizionali; il gioco attraverso apparecchi collegati fra di loro, in tempo reale, alla rete e ad un server centrale presente nella sala dove sono installati, il quale comunica costantemente con un server nazionale centralizzato che gestisce le vincite (sale VLT- videolottery - sale SLOT); le scommesse su competizioni ippiche, sportive e su altri eventi.


«Gli orari di apertura prevedono una pausa obbligatoria per consumare i pasti - commenta il sindaco - al fine di indurre i giocatori patologici ad una pausa forzata volta a tutelare il loro equilibrio psico-fisico e consentire loro il ricongiungimento familiare. Abbiamo individuato una fascia oraria precedente e successiva agli orari di entrata ed uscita dal luogo di lavoro e da quelli di studio, al fine di dissuadere l’utilizzo di questi momenti per coltivare atteggiamenti potenzialmente patologici all’insaputa di famigliari ed amici».

Da diversi studi specialistici in materia è emerso che sempre più persone cadono in diverse forme di gioco d’azzardo, tra cui le scommesse sportive, new slot e VLT, e diversi studi epidemiologici predisposti dall’azienda sanitaria locale indicano che la provincia di Mantova si attesta tra le realtà con il maggior numero di casi legati alla ludopatia. I dati non hanno carattere di esaustività ma sono preoccupanti ed indicativi di un sommerso che è difficile da quantificare.

L'amministrazione di Ostiglia, pertanto, ha ritenuto di adottare un provvedimento a tutela della comunità locale volto a limitare l'uso degli apparecchi e congegni automatici, semiautomatici, elettronici e cartacei da gioco d'azzardo lecito.

L’entrata in vigore dell’ordinanza è di 15 giorni dalla data della sua pubblicazione all’Albo Pretorio (lunedì 27 gennaio). Tra un anno e mezzo, verrà convocato un tavolo tecnico con i vari interessati per valutarne l’efficacia. Il mancato rispetto di quanto prescritto verrà sanzionato a norma di legge.

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi