Accoltellò avvocato, sarà processato anche per stalking

Denis Sbravati, 36 anni già condannato a dieci anni è stato rinviato a giudizio per atti persecutori nei confronti dello stesso legale

SERMIDE E FELONICA. Una nuova tegola giudiziaria si è abbattuta sulla testa di Denis Sbravati, il 36enne di Castelmassa, in provincia di Rovigo, già condannato a dieci anni e due mesi di carcere per aver accoltellato e ferito gravemente l’avvocato Luciano Menghini, 66 anni, di Sermide, di cui era stato cliente in passato.

Ieri mattina il giudice per le indagini preliminari Matteo Grimaldi lo ha rinviato a giudizio per stalking nei confronti dello stesso avvocato.


Prima dell’aggressione infatti lo aveva perseguitato per mesi, perché non lo voleva più difendere.

Sbravati riteneva di aver perso 50mila euro proprio per colpa dell’avvocato, che aveva rimesso ogni incarico perché non voleva più saperne di quel cliente violento. E da lì sono iniziate le minacce attraverso continue telefonate.

Ex muratore, invalido, con un braccio paralizzato in seguito a un infortunio, più volte ha messo in atto comportamenti persecutori, come con la sua ex ragazza che per liberarsene ha dovuto persino cambiare città. Ma lui era riuscito a ritrovarla e a perseguitarla tanto che la donna finì in ospedale, dove lui l’aveva raggiunta. E davanti ai medici aveva minacciato di tagliarsi le vene. Anche quella volta era stato arrestato per stalking, processato e condannato a sei mesi di carcere.

Denis Sbravati, solo due mesi prima dell’aggressione all’avvocato di Sermide, era stato denunciato ancora per stalking nei confronti di un’altra ragazza e per quello aveva ricevuto anche un ammonimento del questore.

Ieri mattina il rinvio a giudizio. La prima udienza è stata fissata per il mese di aprile. 


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi