Rabbia per le bollette extra: parte la battaglia alla Sicam

Pienone alla serata di Castel Goffredo con Federconsumatori: in tanti restano fuori e protestano. L’appello: «Aderite al reclamo, bloccherà i pagamenti e avrete risposte chiare»

CASTEL GOFFREDO. Non sono mancati momenti di tensione, giovedì 13 febbraio, all’inizio dell’assemblea pubblica organizzata dal circolo del Pd di Castel Goffredo e da Federconsumatori sulla questione delle bollette extra mandate da Sicam a circa 20mila utenti. Quella che, di fatto, era la prima occasione pubblica di confronto si è dimostrata essere un evento sentito e molto partecipato.

Già alle 20 la fila davanti al municipio era nutrita: tantissimi cittadini castellani, ma molti altri arrivavano dai paesi limitrofi. La corsa al posto in sala consiliare si è interrotta quando il lungo serpentone, che dal primo piano ormai arrivava sotto il porticato del Comune, ha fatto nascere timori per sicurezza.

A malincuore Marco Rodella del Pd e, a seguire, il primo cittadino Achille Prignaca, presente fra il pubblico con altri componenti della giunta, hanno dovuto chiedere a molta gente di lasciare l’aula perché questa è omologata solo per cento persone. Ci sono stati momenti di caos, perché nessuno voleva uscire. «È uno schifo. Siamo venuti qui per avere risposte e ci mandano via» era la frase ripetuta da tutti, e in molti minacciavano di strappare le bollette, «perché se anche essere ascoltati e ottenere informazioni ora è un privilegio allora davvero dobbiamo scendere in piazza e farci sentire».

Prignaca ha chiesto ai non castellani di lasciare il posto ai residenti forte della promessa che «incontri come questi verranno realizzati sicuramente anche in altri comuni» e gli organizzatori, il Pd e i vertici di Federconsumatori presenti in sala, hanno confermato. Senza dimenticare che l’assemblea era comunque in diretta streaming sulla pagina Facebook del Pd di Castel Goffredo (dove può essere rivista anche in questi giorni).

L’assemblea è poi cominciata e al tavolo dei relatori, oltre a Marco Rodella che faceva da moderatore ricordando che si trattava di una serata «informativa e non politica», c’erano Luigi Pace, presidente di Federconsumatori Mantova, e l’avvocato Valla, collaboratore dell’associazione. A Pace è spettato il compito di ricostruire la vicenda ricordando, a più riprese, le «incongruenze che riteniamo ci siano: dalla comunicazione ai cittadini fino alla decisione di chiedere somme legate alle partite pregresse dal 2006 al 2011 ma calcolate sui consumi del 2012». «La nostra intenzione – ha aggiunto – è di muoverci forti delle battaglie vinte in questi anni».



Poi l’avvocato Valla è entrato nel concreto: la prima fase, ha spiegato, è quella di aderire al reclamo, che blocca il pagamento delle bollette, perché questo «implica l’avere risposte scritte, dettagliate e precise» (e in questo caso l’azienda è tenuta a rispondere nel giro di tre mesi); poi si andrà davanti al giudice di pace e al tribunale. «Riteniamo questa procedura migliore della class action – ha aggiunto – perché meno costosa e, soprattutto, la gestiamo qui sul territorio. La class action verrebbe gestita da Milano».



Fra chi mugugnava e chi invocava il Gabibbo e le Iene, è stata la volta delle domande. Per sapere, ad esempio, se l’acqua verrà tagliata in caso di mancato pagamento (« non dovrebbe accadere» ha detto Valla) o dove aderire al reclamo collettivo. Quanto all'ultima domanda, i moduli si trovano da Federconsumatori, e la sede più vicina è a Castiglione nella sede della Camera del lavoro in via Desenzani. Anche il circolo del Pd castellano (via Rossa), con i volontari, per tre sabati raccoglierà le adesioni, con i moduli di Federconsumatori, dalle 14.30 alle 15.30. Venrdì 13 mattina a Medole, invece, i tecnici Sisam hanno incontrato circa 30 cittadini per dare spiegazioni sulle bollette extra. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

La guida allo shopping del Gruppo Gedi