Contenuto riservato agli abbonati

FI: il governo liberi 500mila euro di avanzo da spendere subito

MANTOVA. «Servono urgentemente delle deroghe ai bilanci comunali che solo Roma può adottare e concederci». Pierluigi Baschieri e Andrea Gorgati, consiglieri comunali di Forza Italia, raccolgono l’allarme del vicesindaco Giovanni Buvoli sul bilancio comunale messo a dura prova dall’emergenza coronavirus, e rilanciano. «Il governo – affermano i due esponenti azzurri – deve liberare completamente l’avanzo di bilancio del 2019 per supportare la spesa a favore delle fasce deboli e degli interventi per i servizi sociali. Non è, infatti, da escludere l’aumento delle persone che busseranno alle porte del welfare cittadino a causa della situazione».



Buvoli aveva detto che la crisi del coronavirus farà mancare nelle case comunali tra il milione e mezzo e i due milioni e mezzo di euro a seconda di quanto durerà l’emergenza sanitaria. «Per noi – dicono Baschieri e Gorgati – è necessario un finanziamento straordinario statale pari al danno subìto dal bilancio comunale. Quello che ci sta a cuore è la continuità dell’erogazione dei servizi pubblici senza l’applicazione alcuna di azioni di spending review che i cittadini non meriterebbero». Forza Italia propone, dunque, di liberare subito la quota di avanzo dell’anno scorso: «500mila euro spendibili da subito» affermano. «Purtroppo – aggiungono – il danno economico è ben più elevato a causa della prevedibile diminuzione delle entrate correnti, dovuta sia alla difficoltà che molti avranno nell’onorare il pagamento delle tariffe dei servizi e dei tributi che al calo fisiologico delle entrate derivante dalla chiusura dei servizi (si pensi a quelli culturali) e al minor afflusso turistico, con evidenti ricadute sull’imposta di soggiorno e sui proventi dei parcheggi».

I soldi ci sarebbero, «ma purtroppo – spiegano – l’avanzo di amministrazione del Comune ammonta a ben 34 milioni di euro, ma la stragrande maggioranza è vincolata dai fondi per crediti di dubbia esigibilità, contenziosi ed investimenti». E allora, «in questa fase storica», serve coesione: «La politica locale deve essere unita – concludono all’unisono i due consiglieri comunali di Forza Italia – per la salvaguardia della salute dei nostri cittadini e pronta al rilancio dell’economia cittadina appena la morsa del Covid-19 si sarà allentata». —
 

Video del giorno

Il ministro alla Corneliani: «I lavoratori qui hanno una passione unica, sembra una famiglia»

La guida allo shopping del Gruppo Gedi