Sicam mette i sigilli alle case dell’acqua di dieci Comuni

Il presidente Ogliosi spiega: «Misura per evitare che si creino assembramenti di persone». La probabile riapertura quando ci sarà il via libera ai bar

CASTEL GOFFREDO. Sicam chiude le casette dell'acqua in dieci Comuni. Da ieri, dopo segnalazione ai vari Comuni dove si trovano le casette di distribuzione dell'acqua gestite dalla società controllata dal gruppo Sisam, stop anche a questo servizio “in via precauzionale” spiega il presidente Giampaolo Ogliosi.

«Non ci sono problemi con l’acqua, sia chiaro. Quella che viene distribuita nelle casette è la stessa che abbiamo nei rubinetti delle nostre abitazioni. Tuttavia, riteniamo che sia giusto adeguarci al decreto e limitare al massimo le occasioni di uscita di casa delle persone. Andare a prendere l’acqua alla casetta è una buona abitudine di tanti cittadini - osserva il presidente -, e questo ci fa piacere, ma in questo delicato momento dobbiamo cercare di stare in casa e non creare ammassamenti di persone. Ecco perché abbiamo preso questa decisione».


Le casette che sono state chiuse sono quella di Asola e della sua frazione Castelnuovo, Casaloldo, Castel Goffredo, Goito, Mariana Mantovana, Canneto sull’Oglio, Piubega, Ceresara, Gazoldo degli Ippoliti, Volta Mantovana. «Anche in provincia di Brescia - spiega sempre Ogliosi - le casette restano chiuse. In quel caso, però, si può dire più correttamente che non aprono, dato che in inverno sono comunque chiuse. Nel Bresciano si è dunque deciso di prolungarne la chiusura. Anche noi vogliamo dare un segnale, come sappiamo stanno facendo anche i comuni che hanno la casetta dell'acqua non gestita dalla nostra società».

Sicam si riserva di comunicare come e quando verranno riaperte tutte le casette, quasi sicuramente «quando anche i bar i luoghi di aggregazione torneranno ad aprire e saremo fuori dall'emergenza» conclude Ogliosi.

l.c..

Video del giorno

Bimba di sei anni cade da una giostrina al parco di Porto Mantovano

La guida allo shopping del Gruppo Gedi