Contenuto riservato agli abbonati

 «Siamo tutti stremati, ma noi non molliamo»

Il primario di Cardiologia del San Pellegrino: ogni giorno lottiamo un po’ di più. Castiglione sta rispondendo con grande vigore

La testimonianza

«È sempre difficile parlare di un’epidemia, di un’emergenza, figuriamoci di una pandemia; ci risulta quasi impossibile comprenderla, spiegarla, giustificarla. È un giorno come tanti all’ospedale San Pellegrino di Castiglione: strade vuote, piazzale vuoto, anime vuote, pronto soccorso intasato e ovunque ansia e incertezza. Provo a farmi piccolo, piccolo e mettermi negli occhi dei parenti che da giorni sostano fuori dalle stanze Covid, inaccessibili, provo a penetrare quegli sguardi, i sospiri, le lacrime di quegli uomini e quelle donne, strappati brutalmente alla loro serena quotidianità, da uno sconosciuto virus di pochi nanogrammi, il coronavirus.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Omnia Mantova - La Shoah della nostra città

La guida allo shopping del Gruppo Gedi