Contenuto riservato agli abbonati

Fa le ferie da volontario in casa di riposo

Un medico 28enne romano vive 11 giorni in prima linea alla Scarpari Forattini di Schivenoglia: «Sono cresciuto molto»

SCHIVENOGLIA. Due settimane di fermo obbligato dal lavoro, un tempo sospeso e inutile. Uno spreco, in un momento di tale emergenza, per chi è medico e ha scelto di aiutare gli altri come obiettivo di vita.

Così, Giacomo Visioli, 28 anni, romano, giovanissimo camice bianco, laureatosi tre anni fa e ora specializzando di Oculistica-oftalmologia, dopo che al Policlinico Umberto I, dove già lavora, causa riduzione delle visite e dei turni, si è trovato due settimane di vacanza forzata, ha deciso di rimettersi subito in gioco.

Video del giorno

Omnia Mantova - Perché il Rio sa di freschìn?

La guida allo shopping del Gruppo Gedi