Contenuto riservato agli abbonati

Tensione all’ex Ruberti di Quistello. Rotto l’accordo sugli straordinari

Chieste due ore in più al giorno, sindacati sul piede di guerra:  «Ma siamo pronti a sederci nuovamente al tavolo»

QUISTELLO. Nemmeno lo spazio di un mese e si rompe l’intesa sugli straordinari all’ex Ruberti, il cui ramo d’azienda è ora stato preso in affitto dalla Rps. L’azienda lavora per produrre allestimenti per autoambulanze. Anche per questo le rappresentanze interne avevano aderito inizialmente alla richiesta di lavoro aggiuntivo. «Ma tutto si è rotto per le richieste sempre più esose dell’azienda - spiegano i sindacati - che alla fine ha deciso di rompere l’intesa».

Tutto prende le mosse a fine gennaio, quando l’impresa storica della fa miglia Ruberti (è nata nel 1985) ha presentato al Tribunale una richiesta di concordato preventivo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Il primo Airbus A340 atterra in Antartide, l'impresa epocale della Hi Fly apre la via del turismo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi