In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Addio a “Ghip” Furlotti, valido imprenditore di Suzzara ed ex ala dei bianconeri

Dopo una lunga malattia degenerativa si è spento all'ospedale Ermes Furlotti, storico imprenditore. Aveva 89 anni. Era soprannominato “Ghip” dagli amici per la sua sveltezza nel lavoro.

M.P.
1 minuto di lettura

SUZZARA. Dopo una lunga malattia degenerativa si è spento all'ospedale Ermes Furlotti, storico imprenditore. Aveva 89 anni. Era soprannominato “Ghip” dagli amici per la sua sveltezza nel lavoro.

[[(gele.Finegil.Image2014v1) FURLO18DV_WEB]]

Un uomo semplice e umile, d’animo generoso, ma tutto d’un pezzo che ha dedicato la sua vita al lavoro e famiglia. I funerali si svolgeranno in forma privata domani alle 9 con la benedizione alla camera ardente dell’ospedale “Montecchi” poi il trasferimento, a cura delle onoranze funebri Pedroni di Suzzara al tempio crematorio di Mantova.

Furlotti, nel 1959, inizia il lavoro di falegname nella bottega di via Curiel 5 dove costruisce mobili e camere da letto. Nel 1978 la “Falegnameria Furlotti & C. Snc” si amplia trasferendo l’attività in via Cantelma alla periferia nord di Suzzara. Dal 2003 l’azienda si trasforma in “Silor”, diretta dal figlio Loris che si occupa di allestire veicoli industriali e produce componenti ed accessori per veicoli commerciali, per conto dell’ Iveco. Nel 1995 Furlotti viene nominato Cavaliere della Repubblica con decreto firmato dall'ex presidente Oscar Luigi Scalfaro e nel 2000 viene nominato Ufficiale dall'ex presidente Carlo Azeglio Ciampi.

Prima di intraprendere la carriera di imprenditore è stato anche un calciatore: nella stagione 1949-50 ha giocato nel ruolo di ala destra nel Suzzara guidato all’epoca da mister Walter Mantovani sotto la presidenza di Albino Tagliavini. Ermes lascia nel dolore la moglie Carla, il caro figlio Loris con Simona, il cognato Paolo, la nipote Nizia con Vanni e i nipoti.

I commenti dei lettori