Bosco Fontana apre il 16 maggio: e i paesi tolgono i divieti dal 18

A Pegognaga, Curtatone e Ostiglia si potrà tornare nei parchi e nelle riserve. Ad Acquanegra aree verdi ancora chiuse: «Sono zone per i giochi dei bimbi»

MANTOVA. Il 4 maggio era scattata la fase 2 che aveva portato la tanto attesa riapertura dei parchi. Non tutti i Comuni, per prudenza, avevano però deciso di togliere i divieti. Ora l’emergenza sembra rallentare e anche i sindaci hanno preso mano ai provvedimenti. Il 18 maggio Pegognaga, Curtatone e Ostiglia apriranno parchi e aree verdi.

Non per volontà del sindaco, ma per permettere ai carabinieri forestali di Verona, che gestiscono il parco, di organizzarsi con i controlli, anche Bosco Fontana a Marmirolo era rimasto chiuso, ma i suoi cancelli torneranno ad aprirsi il 16 maggio. Restano invece inaccessibili le due aree verdi ad Acquanegra, due zone dedicate ai giochi per i bambini che devono rimanere chiuse per decreto.

Entriamo nel dettaglio. Chi vorrà camminare o correre nella riserva naturale di Bosco Fontana potrà tornare a farlo da questo fine settimana. Gli orari di apertura rimangono quelli tradizionali: tutti i giorni dalle 9 alle 19 tranne il martedì e il venerdì (giorni di chiusura).

A Pegognaga, la riapertura del parco San Lorenzo, è stata una notizia tanto attesa quanto gradita da tutti gli amanti della natura e dai tanti appassionati del jogging, della pesca sportiva e delle passeggiate all’aria aperta nel verde. Il Comune ha dato inizio ai lavori di sfalcio e di manutenzione dell’area. Negli ultimi anni e in situazione di normalità, il primo intervento di sfalcio dei sentieri e delle aree a verde del parco, affidato dal Comune tramite una convenzione all’associazione “Pado Patri” che gestisce la pesca sportiva nei laghetti, è sempre stato programmato ed effettuato verso la metà di aprile, ma l’emergenza di quest’anno ha impedito l’intervento.

«I lavori di sfalcio del parco San Lorenzo sono stati affidati alla Coop Di Vittorio per un importo complessivo di 2.800 euro  – precisa il sindaco Matteo Zilocchi – Abbiamo scelto di affidare i lavori a una ditta specializzata per ragioni di sicurezza. Il parco sarà quindi in ordine e pronto per la riapertura di lunedì come promesso nei giorni scorsi ai tanti cittadini. Il parco l’abbiamo volutamente lasciato incolto in questo periodo di emergenza come deterrente per evitare ingressi nel periodo di chiusura». E insieme al San Lorenzo riaprirà anche il Florida.

Anche a Curtatone gli abitanti possono tornare a frequentare le loro aree verdi. «Le due settimane di chiusura sono servite per arrivare al 18 maggio preparati – dice il sindaco Carlo Bottani – Ora confidiamo nella responsabilità delle persone». Infine anche gli abitanti di Ostiglia possono stare tranquilli: il paese non avrà più zone off-limits. Riapriranno il parco Fossa, i giardini di via XX settembre, i giardini storici e il parchetto di via Viazzuolo, così come le riserve naturali Isola Boschina e le Paludi. (Barbara Rodella e Vittorio Negrelli)

Video del giorno

Mantova, il saluto alla Mille Miglia

La guida allo shopping del Gruppo Gedi