Contenuto riservato agli abbonati

Mantova, la Rianimazione respira: è rimasto un solo paziente e presto verrà dimesso anche lui

Soddisfazione al Poma per il duro lavoro compiuto nelle terapie intensive. Ma un reparto resterà sempre attrezzato. E al pronto soccorso solo l'8% degli ingressi è Covid, nei giorni del picco era il 95%  

MANTOVA. Difficile scorgere l’espressione dietro la mascherina e la visiera, ma gli occhi tradiscono un sottile sorriso di soddisfazione dopo quasi tre mesi di lotta contro il nemico invisibile.

I medici della Rianimazione del Carlo Poma oggi tirano un respiro di sollievo: l’unico paziente rimasto in reparto, con patologia cronica, nel giro di poche ora sarà trasferito in un’altra divisione meno intensiva dell’ospedale di Mantova.

Video del giorno

Torino, gli agguati in metrò della baby gang del centro: presi in quattro fra i 15 e i 17 anni

La guida allo shopping del Gruppo Gedi