In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Un nuovo supermarket può aprire a Mottella: il progetto già è fatto

Il Comune ha rilasciato il permesso di costruire un edificio a destinazione commerciale

Barbara Rodella
1 minuto di lettura

SAN GIORGIO BIGARELLO. Un nuovo supermercato potrebbe nascere sulla Legnaghese a due passi dal discount Md. Il Comune ha rilasciato il permesso di costruire un edificio a destinazione commerciale (media struttura di vendita) in un lotto edificabile di 12mila metri quadri situato all’interno del piano di lottizzazione Cavalli-Cavriani. Siamo sulla Sp 10, due lati dell’area si affacciano sulle vie Levi e XXV Aprile. Il committente è Step Srl, mentre il progetto porta la firma dell’architetto Cristiano Rabbi.

«Ancora non sappiamo quale supermercato aprirà - spiegano dal Comune - e nemmeno quando i lavori partiranno e se partiranno. Noi al momento abbiamo solo rilasciato il permesso». Intanto il progetto c’è. Il lotto sarà interessato dall’edificio e dai parcheggi per circa 8mila metri quadri, mentre i restanti 4mila saranno lasciati a verde. L’edificio avrà una superficie di vendita pari a 1.153 metri quadrati. Va poi aggiunto lo spazio del magazzino. Si tratta di un unico edificio contornato da un vasto parcheggio con 140 posti.

Contrastanti le opinioni dell’opposizione che già storcono il naso (Movimento 5 Stelle escluso) per il nuovo polo logistico che sta nascendo sempre in zona Martinelli, non troppo distante quindi dal nuovo supermercato.

«Se il Pgt (piano governo del territorio) lo prevede ben venga, ma solo se si insedia un privato - dice Giuliano Guastalla, capogruppo di Obiettivo comune - Il privato va agevolato. Se nasce un supermercato, non siamo preoccupati per il traffico sulla Legnaghese. I camion attraverseranno l’arteria per 120 metri circa e solo per la consegna delle merci. Discorso diverso per il polo logistico. Considerato il luogo scelto, centri come Stradella e Gazzo soffriranno molto del transito dei mezzi. La Legnaghese avrà un volume di traffico che non potrà sostenere».

Pareri negativi sia per il luogo scelto per il polo ma anche per il nuovo supermercato arrivano dal gruppo Benessere per San Giorgio - Potere al Popolo. «Hanno compromesso l’area. È l’ennesima scelta irrazionale. La Legnaghese sarà super trafficata e i colossi commerciali si faranno guerra tra loro. La filosofia del Comune è: costruire e costruire. Poi però non bisogna lamentarsi se le attività di vicinato chiudono. 

I commenti dei lettori