Contenuto riservato agli abbonati

Il nuovo lievito? Sono le piscine: «A Mantova quadruplicate le commesse»

Effetto virus: i mantovani scelgono il bagno senza stress. Bricocenter sta per esaurire le scorte: «Richieste da marzo»

MANTOVA. Introvabili. Le piscine fuori terra sembrano il nuovo oggetto del desiderio dei mantovani. Un'impennata nelle vendite che registra numeri record, con motivazioni facilmente comprensibili. «Il nuovo lievito», come sottolineano alcuni rivenditori ricordando la corsa all'ingrediente fondamentale per il pane fatto in casa divenuto improvvisamente una rarità sugli scaffali dei supermercati nelle settimane del lockdown. Il progressivo allentamento delle misure legate all'emergenza sanitaria spinge sì molti fuori di casa, ma le preoccupazioni riguardo al Covid-19 non sono certe scomparse del tutto.

Volontà di evitare luoghi affollati, dubbi sulla fruibilità in sicurezza delle spiagge, pochi giorni di ferie a disposizione, necessità di regalare un po' di svago ai figli. Un quadro legato alla prossima estate ancora poco chiaro, con i mantovani che vedono nel giardino di casa una preziosa ancora di salvezza. In particolare se, viste le difficoltà economiche legate a questo periodo storico, le finanze non permetteranno di prenotare una vacanza per tutta la famiglia in qualche località balneare. Spazio, dunque, ad un'alternativa low cost per godersi all'aria aperta, anche se dentro il cancello di casa, quest'estate atipica.

A testimoniare questo improvviso interesse anche i dati registrati nei più importanti punti vendita di città e provincia. Una corsa all'acquisto scattata in grande stile già da mesi, con evidente anticipo sulla tradizionale stagione di vendita. Tanto da sorprendere costruttori e venditori, che hanno dato fondo alle scorte nelle ultime settimane. Per i ritardatari è consigliata pazienza, visto che in molti casi la disponibilità dei prodotti potrebbe tornare solo tra settimane.

Al negozio Bricocenter del Boma gli ultimi pezzi sono in via di rapido esaurimento. «Quest'anno le vendite sono almeno quadruplicate - spiega Stefano Garioni, responsabile del punto vendita -. Basti pensare che per quel tipo di articoli abbiamo già superato dell'80% il fatturato totale che di solito registriamo a fine estate. Ne sono rimaste poche che stiamo vendendo rapidamente. Solitamente le richieste iniziano ad arrivare a giugno, quest'anno le prime persone ci hanno contattato poco dopo la metà di marzo. Ai primi di aprile siamo partiti con le prime consegne a domicilio».

Con la riapertura al pubblico del punto vendita le richieste sono persino aumentate. Il problema ora sono le scorte che, giocoforza, sono in via d’esaurimento. «Abbiamo già venduto quasi tutto quello che avevamo a disposizione. Il fatto che anche i fornitori hanno delle difficoltà e ancora prima gli importatori. La produzione è ripartita, ma nei vari Paesi procede lentamente, visto che gli operai devono seguire a loro volta, suol luogo di lavoro, le norme legate al distanziamento sociale».

Il modello di piscina fuori terra più richiesto dalle famiglie è quattro metri per due e profondo un metro e venti. Il prezzo è alla portata di molti, 300 euro. «In tanti sono stati spinti anche dalla prolungata chiusura delle piscine pubbliche. In molti chiedono anche piccole spa, vasche idromassaggio. In particolare le coppie che, dovendo rinunciare magari alla vacanza al mare, cercano uno spazio dove rilassarsi. Ci aspettiamo nei prossimi mesi anche un'impennata della vendita dei prodotti per la cura e la manutenzione delle piscine. Qualche segnale in questo senso è già in atto».

Tra filtri e igienizzanti: viaggio nella giungla delle offerte sul web

Ci sono i rivenditori e le grandi catene di bricolage. Ci sono i negozi specializzati. Ci sono le ferramenta. Ma c’è pure l’infinito mondo del web. Acquistare una piscina “pronto uso” su uno dei siti commerciali è un gioco da ragazzi. Da Amazon a Privalia passando per Ebay: tutti hanno offerte per rendere il giardino di casa un piccolo centro sportivo all’aperto.

Le cifre sono competitive, segno di un mercato in forte espansione e che prevede grande autonomia nella gestione della piscina. Le cifre sono svariate: si va dai 50 euro fino agli oltre 6mila euro per i modelli più grandi e all’avanguardia. Una vera giungla quella dell’acquisto online. Per un prodotto così particolare infatti c’è un’offerta enorme. Facile quindi perdersi tra le problematiche legate allo spazio a disposizione, ai materiali e ai sistemi di pulizia dell’acqua.

Per i neofiti del mondo delle piscina casalinghe l’avventura dell’acquisto in autonomia di una vasca da esterno comporta una presa di coscienza fondamentale: si tratta di un oggetto che ha bisogno di cura, quindi di tempo per essere mantenuto nelle migliori condizioni per essere fruibile. Anche le piccole piscine “ad anello” hanno bisogno di manutenzione. Si tratta di modelli estremamente pratici. Forma tondeggiante, basta gonfiare l’anello esterno e la piscina si auto sostiene grazie al peso dell’acqua che crea una sorta di pancia sulle pareti. Sembrano piccole, ma possono arrivare anche ai 4 metri di diametro. Si passa poi a quelle classiche rettangolari, le cosiddette “fuori terra” con sostegni in alluminio.

Con quantità rilevanti di acqua in piscina diventa indispensabile il filtraggio. La pulizia è fondamentale, impensabile riempire quotidianamente la vasca con acqua nuova. Filtri e pompe di solito vengono vendute nei kit base. Non sono compresi però i prodotti specifici per l’igienizzazione. Dal cloro all’antialghe... c’è da attrezzarsi, con la prospettiva di diventare dei piccoli chimici più che dei bagnini.

Special piscine di Cavriana:«Almeno 8-10 chiamate al giorno da clienti»

Il trend di richieste in forte crescita nelle ultime settimane è confermato da produttori e venditori. Come Special Piscine di Cavriana, che dal 1977 opera in particolare tra Alto Mantovano e Bassa Bresciana. «Per le piscine fuori terra solitamente in passato chiedevano informazioni una o due persone a settimana - spiega Davide Rinaldo, uno dei due soci titolari -, in questi giorni siamo arrivati a otto-dieci chiamate al giorno. Un ritmo che ha messo in difficoltà anche i fornitori, che probabilmente non si aspettavano un aumento tale della richiesta. Speriamo che nei prossimi dieci-quindici giorni si sblocchi qualcosa, stanno diventando difficili da trovare». Le persone chiamano e le motivazioni sono quelle ricorrenti. «In tanti dicono che non si muoveranno da casa quest'estate - prosegue Rinaldo -. Chi sa che non andrà in vacanza vede in queste piscine un'alternativa per rilassarsi. Ci chiamano famiglie normali che possono contare su un piccolo giardino. Le più richieste sono quelle cinque metri per tre. I prezzi? Si va dai 500 fino ai 1500 euro». L'impennata di vendite riguarda nello specifico le piscine fuori terra. Non si registrano, infatti, particolari aumenti di richieste per le piscine interrate, solitamente più grandi e più costose. «Per quelle le vendite sono sostanzialmente stabili, direi in linea con gli anni precedenti», conclude Rinaldo.

Casareggio piscine di Cerese: «Vendite raddoppiate, gettonata la 6x3 metri»

Il quadro è simile in tutti i costruttori storici della provincia. Come a Casareggio Piscine di Cerese. «Per le piscine fuori terra richieste e vendite sono almeno raddoppiate - conferma il titolare Alessandro Casareggio -. La gente chiede informazioni. In tanti sanno che non faranno vacanze. C'è chi ha timore del virus e dei rischi legati al contagio, chi non sa se avrà ferie, chi ha bambini e cerca occasioni di svago per loro».

In queste settimane di grande richiesta servirà un po' di pazienza prima di potersi tuffare. «Anni di esperienza e contatti ci hanno permesso di costruire canali diretti con i fornitori - aggiunge Casareggio -, di conseguenza possiamo assicurare a chi ordina di poter ancora consegnare questo tipo di prodotto. Una volta avuto l'ordine servono comunque almeno una ventina di giorni prima della consegna. Poi è il cliente a scegliere se montarsela da solo o se usufruire del nostro servizio di montaggio».

La piscina fuori terra più richiesta? «Autoportante in Pvc, di dimensioni sei metri per tre. Per le piscine interrate siamo in linea con le tradizionali richieste del mercato. Richieste che non mancano mai, ma che sono simili a quelle degli anni passati. Anche perché in quel caso si tratta di un investimento diverso, più importante e duraturo, e non 'mordi e fuggi' come può essere considerato quello delle piscine fuori terra».

Video del giorno

Covid, Brusaferro: "Ecco le differenze tra l'epidemia oggi e un anno fa senza vaccini"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi