Nuovo polo logistico della Gabbiano: da Levata spedizioni per tutta Europa

L’azienda di Borgo Virgilio ha acquisito la concorrente JMG. Nell’ex magazzino Conad prodotti biodegradabili per feste

CURTATONE. L’ex magazzino Conad a Levata diventa il nuovo polo logistico dell’azienda Gabbiano. Siamo in via della Costituzione 19/21, non troppo distanti dal centro Comet.

«Da lunedì 8 giugno si parte» spiega Andrea Dodi, amministratore delegato dell’azienda con sede a Borgo Virgilio che ha cinque linee di produzione nei settori moda, benessere e casa. Una di queste linee è legata alla produzione di piatti, bicchieri e altri elementi per le feste. L’azienda in gennaio, per entrare nel mercato francese, ha acquistato la concorrente JMG, azienda di Milano che, con 28 dipendenti e 16 collaboratori, si occupa della produzione di piatti e bicchieri per le feste in bioplastica e altri prodotti bio.

«Era il nostro diretto concorrente per la linea dedicata ai party – spiega Dodi – La società milanese era leader in Francia. Con questo investimento la nostra impresa, già leader in Italia, in Spagna e in Portogallo, mette la bandiera anche in Francia». La Gabbiano ha preso in affitto per sei anni l’ex centro logistico Conad, usato anche come punto per rifornire i piccoli supermercati locali, chiuso 15 anni fa. «Poi, in base alle esigenze – spiega Dodi – vederemo se fare un investimento più definitivo. Il polo logistico della JMG si sposta così da Milano a Mantova, la produzione rimane invece a Milano e l’azienda, a carattere familiare, fino alla fine dell’anno verrà gestita dagli attuali proprietari».

L’immobile di 11mila metri quadri ospiterà quindi la movimentazione dei prodotti legati al mondo dei party della neo acquisita JMG Group e della linea PerlaFesta di Gabbiano. All’interno dello stabile, l’azienda ha promosso lavori per adeguare la struttura alle norme antisismiche, ha realizzato un nuovo impianto elettrico con luci a Led e ha preparato la scaffalatura per il nuovo polo logistico che sarà gestito dalla cooperativa Csa. Si inizia con cinque lavoratori che arriveranno a 25 quando l’attività sarà a regime.

Dal magazzino di Levata partiranno le consegne per il mercato italiano, francese, spagnolo e portoghese. Saranno spediti circa 17 milioni di pezzi all’anno, mentre verranno preparati 15mila espositori (kit per le feste natalizie). Dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16, ci saranno in media 2 o 3 camion al giorno. Un numero che lieviterà nel periodo natalizio: «Nel momento di picco – spiega Dodi – prevediamo anche 15 camion. Ma non ci saranno problemi di traffico. All’interno dell’azienda c’è poi un ampio piazzale per fare manovra. Si tratta, po, di un magazzino di movimentazione merci attivo fino alle 16, non è un’industria chimica. Gli abitanti vedranno qualche mezzo pesante in più, ma compensiamo con l’offerta di nuovi posti di lavoro in un momento che non è per nulla roseo». Il 5 giugno ci sarà l’inaugurazione alle 17. 


 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Emergenza siccità, anche il lago di Braies si ritira: la siccità ridisegna il 'paesaggio da cartolina'

La guida allo shopping del Gruppo Gedi