Contenuto riservato agli abbonati

È di nuovo assalto al pronto soccorso di Mantova: in una giornata fino a 120 pazienti

La sezione no Covid è tornata ai flussi prima del virus. Il primario: «Spazi insufficienti, serve una rimodulazione»

MANTOVA. Sono tornati. E in massa. I pazienti del pronto soccorso, soprattutto i codici minori (bianchi e verdi) che negli ultimi tre mesi avevano preferito stare lontani dal pronto soccorso per il timore di contagio, sono tornati al Poma.

E mercoledì 3 giugno al pronto soccorso non Covid ne hanno contati 120, un numero che ricorda molto gli accessi nei giorni di maggiore affollamento del reparto prima dell’arrivo di Covid-19.


Mal di schiena, piccoli traumi (anche di diverse settimane fa), dolori addominali e patologie croniche in soggetti anziani.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La top model Gisele Bündchen salva una tartaruga marina intrappolata in una rete e la libera in mare

La guida allo shopping del Gruppo Gedi