Centri estivi, 145 gli iscritti in città: avvio previsto il 22 giugno

Attese per oggi (martedì 9 giugno) le linee guida dell’Ats per centri riservati ai ragazzi fino a 17 anni. L’assessore all'istruzione Marianna Pavesi: abbiamo compiuto un grande sforzo per garantire il servizio



MANTOVA. Sono 145 i bambini dai 3 ai 6 anni d’età che parteciperanno ai Cred estivi del Comune di Mantova in programma dal 22 giugno e per tutto luglio in quasi tutte le scuole dell’infanzia comunali e in alcuni plessi di quelle statali. Lunedì 8 giugno si sono chiuse le iscrizioni (era possibile solo online) e qualcuna potrebbe essere giunta all’ultimo minuto , per cui solo martedì 9 giugno si avrà il quadro definitivo dei partecipanti che, comunque, non si discosterà di molto da quello anticipato.

«Una risposta numericamente importante» afferma l’amministrazione comunale commentando le 145 iscrizioni; anche se il loro numero è in calo sia rispetto allo scorso anno, quando furono 273, sia rispetto a quelli degli ultimi anni.

Per la cronaca, nel 2016 furono 181 , nel 2017 250 e nel 2018 271. Forse la paura del contagio ha indotto le famiglie a tenere a casa i loro figli; o addirittura le difficoltà a trovare i soldi per pagare la retta ha finito per essere un freno rispetto alla volontà di distrarli dopo il lungo tempo passato in casa, anche se l’ammontare è stato tenuto volutamente molto basso dal Comune per incentivare la frequenza.

Potrebbe anche aver influito il fatto che , con lo smart working, che continua in molte realtà aziendali, papà e mamma si sono riorganizzate e riescono a garantire una presenza più assidua con i figli. Resta, comunque, il fatto che questo servizio era molto atteso dalle famiglie che in questi mesi di quarantena forzata hanno dovuto far fronte a non poche difficoltà a gestire i propri figli, soprattutto quelli più piccoli.

L’assessore alle politiche educative Marianna Pavesi conferma il « grande sforzo organizzativo» compiuto dal per garantire i Cred estivi. «Saranno garantite - assicura - tutte le procedure necessarie per la sicurezza sanitaria dei nostri piccoli e degli operatori; il rapporto di un operatore ogni 5 bambini ha significato un aggravio di spesa per il Comune ma siamo felici di poter garantire gli stessi costi per le famiglie dello scorso anno».

Ora partirà l’istruttoria di tutte le domande per le necessarie verifiche, in particolare per organizzare la fase successiva che prevede l’assegnazione delle richieste ammesse alle sedi scolastiche che ospiteranno i Cred, nel rispetto delle disposizioni nazionali e regionali anti-Covid-19.

L’avvio dei Cred è previsto per il 22 giugno ed i Centri estivi andranno avanti fino al 31 luglio. Anche se resta ancora un alone d’incertezza visto che ancora mancano le linee operative territoriali per la presentazione dei progetti di Centri estivi 2020 per minori, compresi quelli per i più grandi, dai 6 ai 17 anni. Linee che saranno approvate presumibilmente oggi dalla cabina di regìa tra Ats Val Padana e gli uffici di piano degli ambiti territoriali distrettuali. In quella riunione verrà anche predisposta l’apposita modulistica per la presentazione dei progetti da parte dei gestori pubblici e privati. 
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Omnia Mantova - Nella casa intatta di Osanna Andreasi

La guida allo shopping del Gruppo Gedi