Casa del Sole riparte per gradi: ecco le misure di sicurezza

Per gestire l’emergenza è stata creata un’unità di crisi dedicata al coordinamento e guida della struttura e alla preparazione della fase della ripartenza delle attività nelle sedi di Mantova e Verona

MANTOVA. Dopo mesi di attività a distanza la Casa del Sole si prepara a un riavvio dei servizi nelle sue strutture. Per gestire l’emergenza è stata creata un’unità di crisi dedicata al coordinamento e guida della Casa del Sole e alla preparazione della fase della ripartenza delle attività nelle sedi di Mantova e Verona.

«Stiamo predisponendo un piano di riavvio dei servizi particolareggiato e attento alle esigenze di tutte le componenti della Casa del Sole – spiega il presidente Enrico Marocchi – siamo in costante contatto con i genitori, prevediamo l’apertura dei servizi in modo graduale entro giugno. Il nostro centro di Garda da lunedì è ripartito seguendo le regole della Regione Veneto. Nelle prossime settimane bisognerà predisporre i cambiamenti: attività all’aperto, gruppi più piccoli, contingentamento degli spazi per riprendere gradatamente il lavoro con impegno e al meglio delle nostre possibilità».

L’unità di crisi della Casa del Sole sta predisponendo la riapertura dei servizi Idr di Curtatone e Cdd di Mantova entro giugno. Si partirà i con la sola presenza del personale per simulazioni e verifiche di eventuali criticità. L’unità di crisi sta facendo test e tamponi in collaborazione con Asst, anche se non richiesti in Lombardia per la riapertura.

Per arrivare pronti la Casa del Sole sta lavorando su diversi fronti. «Si dovrà valutare i singoli bisogni dei ragazzi per definire progetti individuali in tre modalità: a piccoli gruppi o individuali, alla Casa del Sole; a distanza, come negli ultimi mesi; domiciliari, a casa dell’utente. Modalità che coesistere e integrarsi per il tempo necessario a definire un assetto stabile del servizio».

Determinante sarà garantire il coinvolgimento delle famiglie sulle modalità di erogazione del servizio per avere la massima collaborazione e la consapevolezza delle possibili ricadute di eventi infettivi che coinvolgano il ragazzo, la famiglia o il gruppo in cui è inserito.

Le misure adottate dalla Casa del Sole per garantire la sicurezza dal contagio riguardano prima di tutto un sistema di distribuzione, controllo e approvvigionamento dei dispositivi di protezione individuale che copra i bisogni del servizio in continuità. Misure di sicurezza sui mezzi durante il trasporto, con il coinvolgimento del personale nelle misure di sicurezza; entrate dedicate e controllate per utenti e fornitori, con verifiche temperatura prima dell’ingresso e uscite separate, con attenzione ai tempi per evitare assembramenti; uso degli spazi interni, separazione delle attività e delle persone, misure e strumenti anche per gli uffici e il personale amministrativo; pulizia e sanificazione ambienti e arredi, compresi ascensori e condizionatori; controlli di modalità e luoghi di confezionamento, distribuzione e consumo dei pasti.


 

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, seconda votazione a Montecitorio: la diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi