Contenuto riservato agli abbonati

Castiglione delle Stiviere è Covid-free: «Pronti in caso di ricadute»

Il San Pellegrino destina un reparto con 15 letti per un’eventuale epidemia bis. I gestori: «Siamo la prova che pubblico e privato possono collaborare»

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Dai primi di marzo a inizio maggio: sono stati due mesi in trincea per l’ospedale San Pellegrino di Castiglione che, nel corso dell’emergenza coronavirus, è diventato uno degli avamposti della nostra provincia. La città posta sul confine col Bresciano, con oltre 200 contagi, è stata una delle più colpite sul nostro territorio dalla pandemia. E il nosocomio cittadino è stato in prima linea, assistendo non solo i malati del Mantovano, ma anche quelli trasferite dalle province vicine.

Video del giorno

Omnia Mantova - Perché un ippopotamo, un coccodrillo e una balena in Palazzo Ducale?

La guida allo shopping del Gruppo Gedi