Guerra dei bidoni ai Due Pini: oltre alla puzza anche i topi

Protesta di un condominio popolare: l'immondizia sotto casa produce molti disagi. Gli inquilini chiedono aiuto al Comune: "Qualcuno li ha spostati a ridosso delle finestre". Murari invia gli ispettori di Mantova Ambiente

MANTOVA. Guerra dei bidoni in un condominio di Due Pini. Gli abitanti del palazzo si lamentano per la lunga teoria di raccoglitori (regolari) di spazzature collocati sotto le finestre degli appartamenti del piano terra. Oltre alla puzza che entra direttamente in casa, gli abitanti devono fare i conti con un altro disagio: i bidoni sembra attirino topi, che entrano nel condominio invadendo gli appartamenti.

Sulle prime sembra una querelle paradossale, perché basterebbe spostare i bidoni altrove per risolvere il problema. Ma qui sta il nodo della questione: i raccoglitori di spazzatura sarebbero stati spostati in quel punto non dalla società addetta, Mantova Ambiente, ma, secondo i condòmini, da un privato. Il braccio di ferro dura da più di un anno e gli inquilini hanno deciso di chiedere aiuto al Comune.


Una piccola storia di quartiere che può far sorridere, ma la questione non è banale, visto che riguarda un condominio popolare (proprietario è Aler). E la faccenda riguarda comunque la sfera dell’igiene pubblica, anche se dai controlli fatti nei mesi scorsi, non sembrano essere state riscontrate violazioni delle norme. Ma quella fila di bidoni sotto le finestre degli appartamenti, lascia immaginare quali possano essere i disagi per gli inquilini. E qualcuno di loro, questi disagi, li ha elencati all’assessore all’ambiente, Andrea Murari, in una richiesta di aiuto al Comune. Nella lettera si sostiene che «non sempre i rifiuti vengono riposti correttamente all’interno dei contenitori e questo ha portato a un aumento esponenziale di ratti nella zona».

Gli inquilini raccontano che quando vengono utilizzati da un ristorante limitrofo, gli odori entrano nelle case in gran quantità, soprattutto nella stagione estiva. «Col caldo intenso – informano i residenti – gli odori che salgono dai bidoni sono insopportabili ed entrano nelle abitazioni».

«Chiediamo che Comune ed enti interessati intervengano per spostare i bidoni dal marciapiede e a maggior distanza dalle abitazioni» hanno scritto gli inquilini a Murari. «Ho interessato Mantova Ambiente perché valuti la situazione per trovare la soluzione ottimale per tutti gli interessati» risponde l’assessore.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Milano, il cane fiuta-soldi porta i finanzieri in bagno: sotto il lavandino le mazzette di denaro

La guida allo shopping del Gruppo Gedi