Contenuto riservato agli abbonati

Fasci italiani del lavoro, assoluzione confermata in Corte d’assise d’appello

Non ci fu ricostituzione del disciolto partito fascista a Sermide. Soddisfatto Claudio Negrini: «Le idee non si processano». Il caso nato dal voto del 2017 

SERMIDE E FELONICA. Dopo una lunga camera di consiglio di quasi 6 ore la Corte d'Assise d'Appello di Brescia ha confermato la sentenza di assoluzione pronunciata nel 2019 in primo grado dal giudice per la udienza preliminare del Tribunale di Mantova, Gilberto Casari, nei confronti degli imputati dei Fasci italiani del lavoro per ricostituzione del disciolto Partito Fascista.

La sentenza di assoluzione «per non avere commesso il fatto» era stata appellata dal procuratore capo di Mantova, Manuela Fasolato.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

La Gazzetta in campo - La pallavolo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi